Il Siena si appella al sindaco. Il comunicato della società sulla situazione dei campi di allenamento

Un appello al sindaco, per "un intervento diretto ed urgentissimo" affinchè la Robur possa disporre di un campo di allenamento per il prossimo anno. Il Pontaccio di Rosia non è riutilizzabile, l'idea Taverne è stata rifiutata e l'ipotesi rifacimento del manto del Rastrello è ormai tramontata. "Niente campi, niente calcio": questo il titolo del comunicato stampa della società. La questione è un problema serio, perchè, stando a quando detto da Ponte, le titubanze delle cordate interessate dipendono proprio da questa carenza strutturale.

 

Comunicato integrale della SS Robur Siena

"Robur Siena in questo momento ha il grande problema dei campi da gioco; è un problema che da mesi cerchiamo di risolvere ma che ad oggi purtroppo non ha trovato soluzione.

Ovviamente servono campi per far allenare la prima squadra e il settore giovanile e i campi di Rosia usati per la stagione passata non sono di fatto più utilizzabili.

Gli altri campi di Siena sono tutti in concessione di altre società con le quali sarebbe possibile trovare un accordo rispettoso delle due parti coinvolte solo con l'intervento diretto dell'amministrazione Comunale.

Abbiamo provato a risolvere l'annoso problema delle Taverne accollandosi il 50% dei costi residui per il rifacimento ma ciò non è stato accettato dall'Arbia-Taverne che probabilmente beneficerà di un fondo perduto da parte dell'Amministrazione Comunale, cosa che invece non avviene per Robur.

Da mesi abbiamo inoltrato richiesta per il rifacimento del manto del Rastrello la cui manutenzione straordinaria, per Convenzione, sarebbe a carico del Comune essendo sul piatto un investimento a carico della società e a beneficio delle casse comunali per molte centinaia di migliaia di euro; purtroppo però ad oggi le lunghezze burocratiche e le attese delle volontà comunali fanno di fatto superare i tempi per la realizzazione di tale intervento che sarebbe stato un regalo della Robur alla città.

Voi tutti capite quindi che tale problema tiene il passo di tutte le altre scelte fondamentali societarie, a partire dall'ingresso dei soci e dalle scelte tecniche (Direttore Sportivo, giocatori…) in quanto è ovvio che una società seria prima di firmare contratti deve avere garantita la possibilità della propria attività.

A questo punto tale problema si può risolvere solamente con la benevolenza del Sindaco tramite un intervento diretto ed urgentissimo".

Fonte: Fedelissimo Online