Il Siena la decide nel recupero: 2-3 contro la Juventus Under 23

Un tempo a testa, un recupero folle e un risultato in bilico. La Robur Siena vince 2-3 espugnando il campo di una Juventus Under 23 dal potenziale enorme. Meglio nel primo tempo la squadra di Dal Canto, meno nel secondo quando subisce l'impeto dei torinesi che riportano il punteggio da 0-2 a 2-2. In pieno recupero i nuovi entrati decidono il match rifinendo e concludendo l'azione che porta alla terza rete a poco più di un minuto dal termine dell'incontro.

 

CINISMO – Gli errori nel calcio si pagano, a caro prezzo. Ne sa qualcosa la Juventus Under 23 che si fa male da sola dopo 25' minuti di equilibrio. Polidori, che pochi secondi prima aveva sbagliato uno stop a due passi dalla porta, si rifà e mette con un beffardo colpo di testa il pallone in fondo al sacco dopo un malinteso tra la difesa di casa e il portiere. La squadra di Fabio Pecchia si disunisce e non riesce a reagire, a maggior ragione se la Robur Siena copre bene e non si lascia intimorire da Lanini e soci. Le disattenzioni da parte torinese continuano a essere presenti e per i toscani c'è modo di infierire. Al 36' il raddoppio arriva con un contropiede partito dalla propria area di rigore, gestito in modo saggio e rifinito da Cesarini, incuneatosi in area, che non perdona e incrocia alle spalle di Loria.

 

SORPRESE – In apertura di ripresa la Juventus Under 23 cambia tre uomini e passa un assetto ancora più offensivo, quello bianconero è un 4-2-4 che punge subito. Al 51' la riapre Mota Carvalho, suo il colpo di testa che punisce la coppia centrale presa in controtempo. Da qui i ragazzi di Fusco acquisiscono più intraprendenza, ma mantenere i ritmi alti non è semplice e i senesi ne beneficiano. Al 72' break dei padroni di casa con Toure che lancia Olivieri scappato sulla fascia, l'attaccante pecca di egoismo e si lascia chiudere in corner. Da calcio da fermo la prima occasione del secondo tempo senese: colpo di testa di D'Ambrosio, blocca Loria. Dopo la sfuriata iniziale gli juventini calano i ritmi, ma non la pericolosità. All'84' è decisivo Confente nel parare un'insidiosa punizione di Clemenza all'altezza dei venti metri, ma l'estremo difensore non può nulla al 90' su una rovesciata del solito Mota Carvalho che si inventa il pareggio. Le sorprese però non finisco qui per la Robur Siena e i nuovi entrati pescano il jolly: lancio di Bentivoglio dalla distanza, pallone per Guidone che avanza verso l'area e scarica per l'inserimento di Vassallo che viene trattenuto da Frabotta. L'arbitro indica il dischetto, mentre al difensore piemontese lo spogliatoio. Dagli undici metri Stefano Guberti è glaciale, portiere da un lato e pallone dall'altro in pieno recupero.

 

JUVENTUS UNDER 23 (4-3-1-2): Loria; Di Pardo (45' Frabotta), Coccolo, Delli Carri, Beruatto (74' Frederiksen); Portanova (45' Olivieri), Muratore (45' Zanimacchia), Touré; Clemenza; Mota Carvalho, Lanini (67' Rafia). A disposizione: Nocchi, Rosa, Peeters, Mulè, Nicolussi Caviglia, Siano, Gerbi. Allenatore: Fabio Pecchia.

ROBUR SIENA (4-3-1-2): Confente; Setola, Varga (84' Romagnoli), D'Ambrosio, Migliorelli; Arrigoni, Gerli, Gladestony (76' Guberti); Serrotti (58' Vassallo); Polidori (82' Guidone), Cesarini (84' Bentivoglio). A disposizione: Ferrari, Petrucci, De Santis, Andreoli, D'Auria, Ortolini. All. Alessandro Dal Canto

ARBITRO: Alberto Santoro sez. di Messina (D'Elia-Niedda)

 

MARCATORI: 24' Polidori, 36' Cesarini, 51'-90' Mota Carvalho, 90+4' Guberti (rig).

AMMONITI: Coccolo, Confente

ESPULSI: Frabotta

NOTE: Angoli: 1-5 per la Robur Siena. Recupero: 0 pt, 5 st.

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL