IL SIENA IN EUROPA…..

C’era un pezzo di Siena nella due giorni europea dedicata alla Champions League. Nelle gare in programma della quarta giornata della fase a gironi, infatti, ben cinque ex-giocatori del Siena hanno calcato i campi più prestigiosi del continente.

La Juventus di scena in Israele contro il Maccabi ha schierato Legrottaglie dal primo minuto, mentre nella ripresa De Ceglie ha preso il posto di Tiago. I bianconeri potevano contare in panchina anche dell’apporto di altri due grandi ex senesi, vale a dire il portierone Manninger e il laterale Molinaro, che si sta lentamente riprendendo dai guai fisici dei mesi scorsi.

In Francia, nel Bordeaux campione in carica, gioca Fernando Menegazzo, meteora incompresa a Siena e campione affermato oltralpe. Il brasiliano ha giocato contro il Bayern, in trasferta, contribuendo alla bella vittoria dei girondini.

Dopo aver lasciato l’Italia, sta dimostrando tutta la sua qualità anche Konko. Il centrocampista francese con 14 presenze a Siena nella stagione 2006/2007, gioca titolare nel Siviglia, che con il pareggio di oggi contro lo Stoccarda si è assicurato il passaggio del turno.  Ricordiamo che il Siviglia è terza in classifica in Spagna, unica squadra che riesce a tenere il ritmo dei fenomeni del Real Madrid e del Barcelona.

Contro l’Inter di Mourinho, finalmente vincente in Europa, abbiamo potuto ammirare il centrocampista finlandese Eremenko che, di passaggio da Udine, disputò giovanissimo nel 2007 undici partite con la maglia  del Siena di Beretta. Eremenko, in forza alla Dinamo Kiev, campione d’Ucraina, è una colonna della squadra.

I successi di questi nostri ex beniamini non ci consolano di certo dei recenti insuccessi bianconeri, ma non possiamo non sottolineare che il Siena, seppure lentamente, si stia consolidando nel panorama calcistico, senza dimenticare le imprese del giovane Mannini con maglia della Nazionale under 17 ai Mondiali di categoria. Per questo, e mille altri motivi, non vogliamo tornare indietro. (Antonio Gigli)

Fonte: Fedelissimo Online