Il Santarcangelo e il passato ‘social’. In Lega Pro grazie a manager virtuali

A Santarcangelo di Romagna pensavano di aver toccato l’Everest calcistico nel 1982, anno ricco di successi nazionali e casalinghi. A luglio gli azzurri di Bearzot alzarono la Coppa nel cielo di Madrid, ma qualche mese prima la squadra locale compì un’impresa maggiore, balzando in serie D (allora si chiamava Interregionale) per la prima volta in cinquantasei anni di storia. Per un comune di 20mila anime costantemente oscurato dai successi dei più potenti cugini riminesi, la massima serie dilettantistica era già un sogno. E invece la favola non era ancora finita..

Squadramia – Nel 2008 un gruppo di appassionati di Comunicazione e Social Network fonda una società, Squadra Mia, sulla faslariga dell’inglese MyFootballClub, che dietro la spinta di 20mila soci acquisì l’Ebbsfleet United F.C. per controllarlo e gestirlo interamente dal web. Il progetto è semplice: far pagare agli iscritti una quota annuale (60 euro) e poi riversarla interamente per rilevare una percentuale di una società. Squadramia.it – fondata da due imprenditori di Giulianova, Mirco e Flavio Marini – è in cerca di una squadra. Si candidano diverse compagini, come la Rondinella e il Tolentino, ma alla fine la scelta cade sull'ASD Santarcangelo Calcio, di cui viene acquistato un 10% iniziale con impegno di maggioranza nel giro di tre anni.

Come Football Manager – Da subito i soci di Squadramia.it gestiscono la parte tecnica e sportiva della società: scelta dei giocatori, dell'allenatore, formazione ecc.. Gli allenamenti, le partite e le sedute tecniche sono trasmette via internet, sotto gli occhi degli utenti-presidenti che seguono gli impegni in tempo reale, discutono sull’andamento della squadra in un forum e informano i tesserati tramite un web manager che affianca costantemente la squadra.

La C2 e la fine di Squadramia – L’operazione proietta la squadra romagnola al centro dell’attezione mediatica, intanto ai risultati commerciali seguono presto quelli sportivi. Dopo un signor 5° posto l’anno d’esordio, nel 2011 arriva la promozione diretta in C2, sotto la guida di Giuseppe Angelini (12 presenze da giocatore a Siena nel 1990/91). La soddisfazione è doppia, perchè oltre al salto tra i professionisti i gialloblu riescono a precedere il Rimini, bloccato al terzo posto. La prima annata in Lega Pro 2° divisione è anche l’ultima di Squadramia, che lascia la società dopo un dignitoso 9° posto, ma la strada ormai è tracciata. Salvezza traquilla la stagione seguente e un sorprendente 5° posto nel 2014,  l’anno della grande riforma della Lega Pro, che vale al Santarcangelo l’accesso alla terza serie.

Calcio 3.0 – Squadramia è stata il primo esempio italianio di società sostenuta direttamente da un’associazione di tifosi, spingendosi addirittura oltre quell’azionariato popolare da tempo entrato negli argomenti di discussione calcistica. Il progetto è durato solo tre anni, ma il tentativo di avvicinare sempre più calcio reale e calcio virtuale, in ottica futura, potrebbe proporre scenari inediti ed interessanti. Intanto, se il Santarcangelo sabato potrà affrontare il Siena, un ‘grazie’ va dato anche ai tanto bistrattati ‘social’. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol