Il Renate frena la capolista. Carrarese in rimonta, cade l’Alessandria

Nemmeno il tempo di aver metabolizzato la prima vittoria che la Robur torna ad inciampare in casa. Stavolta a castigare i bianconeri è la Pro Vercelli, che ribalta l’iniziale vantaggio di Baroni con le reti di Azzi e Comi.

Blocco – Sfuma così l’occasione per scavalcare le altre squadre rimaste davanti, tutte ferme al palo in questo turno. Tra tutte però ce n’è una che sorride. Il Renate riesce infatti nell’impresa di togliere punti al Monza, al termine di un match rocambolesco. I biancorossi sembrano chiudere la pratica grazie a Iocolano ed Armellino, ma nel finale sciupano tutto e il Renate ne approfitta segnando due reti nel recupero con Guglielmotti e Maritato. A picco invece l’Alessandria, che dopo essere andata avanti con l’Albinoleffe si smarrisce. Il gol di Arrighini illude Scazzola, poi l’Albinoleffe si rifà sotto con Sibilli e chiude la pratica con Gelli (doppietta) e Kouko. Solo un pari invece per il Pontedera a Gozzano. Apre le marcature Fedato per i piemontesi, poi con una doppietta Barba ribalta il punteggio ma ancora Fedato regala nuovamente la parità.

Rincorsa – Ne approfitta solo la Carrarese che si ricongiunge alle seconde della classe. Gli uomini di Baldini firmano il blitz a Busto Arsizio in una partita rocambolesca. Vantaggio marmifero con Infantino, poi la Pro Patria la ribalta con Mastroianni e Le Noci. Tavano prima e Mezzoni poi consentono alla Carrarese di portare a casa i tre punti. Novara e Como vengono invece bloccate sul risultato di parità. I guadenziani non vanno oltre lo 0-0 con la Pistoiese, mentre gli uomini di Banchini vengono rimontati dal Lecco nel derby del Lario. Passano i padroni di casa con bomber Ganz, ci pensa Moleri nel finale a riequilibrare il punteggio.

Ossigeno – L’Arezzo interrompe il momento no battendo al Comunale la Giana Erminio; decisivi Cutolo e Caso. Bene anche la Juventus Under 23 che inguaia ancora di più la Pergolettese. Ai bianconeri basta un gol di Lanini. Infine la Pianese porta a casa un pari di grande importanza nello scontro diretto con l’Olbia. I sardi si portano in doppio vantaggio grazie ad Ogunseye e La Rosa. Gli amiatini, in inferiorità numerica per l’espulsione di Gagliardi, ci credono fino in fondo e nel recupero firmano l’aggancio con Regoli e Catanese. (Jacopo Fanetti)

Foto: Facebook Renate

Fonte: Fol