Il punto sul campionato di Damiano Naldi

Inizia una nuova stagione per il campionato di serie C, dopo l’ennesima travagliata estate in cui molte società non sono riuscite ad iscriversi. Nel girone A, formato da 19 squadre, prevalenza della Toscana su Lombardia, Sardegna, Piemonte e Lazio. Riparte l’Alessandria che, dopo aver clamorosamente fallito la promozione in cadetteria, per molti resta una delle vere favorite per la vittoria del torneo. Delle formazioni del Granducato rivoluzione ad Arezzo con l’avvento in panchina di Claudio Bellucci, mentre per la Robur Siena questa deve essere la stagione del riscatto, con le due grandi ex bandiere Michele Mignani e Simone Vergassola. Nuovi allenatori anche per Carrarese, Livorno, Pisa, Pistoiese, Pontedera e Prato, mentre solamente la Lucchese e il neo promosso Gavorrano hanno confermato le guide tecniche della precedente annata. Le due matricole Cuneo ed Arzachena, che hanno trionfato nei rispettivi campionati di serie D, hanno come obiettivo primario quello del mantenimento della categoria. La Giana Erminio del confermatissimo Cesare Albè, giunto alla ventiduesima stagione consecutiva alla guida del sodalizio milanese, dopo il quinto posto dello scorso anno, cercherà di disputare un ruolo da protagonista. Obiettivo salvezza per Monza, Olbia e Pro Piacenza. L’altra squadra di Piacenza, guidata da mister Arnaldo Franzini, si è prefissata l’obiettivo di raggiungere i play off, mentre nel corso dell’estate è stata rivoluzione completa a Viterbo, dove alla fine è rimasto al timone della società Piero Camilli. Delle realtà toscane il Pisa ha costruito una rosa importante e competitiva, mentre il Livorno ha mantenuto i giocatori più rappresentativi come Luci, Mazzoni, Vantaggiato e Valiani. Per Pistoiese, Prato, Gavorrano e Carrarese obiettivo salvezza, mentre Lucchese, Arezzo, Siena e Pontedera puntano a qualcosa di più ambizioso. Ai nastri di partenza per una nuova stagione sportiva che si preannuncia entusiasmante.

Damiano Naldi

Fonte: Fol