Il punto delle squadre del territorio senese che militano in serie D ed Eccellenza. A cura di Damiano Naldi

SERIE D

PIANESE: Dopo quattro risultati utili consecutivi per gli amiatini sconfitta esterna con il punteggio di 2-1 a Montemurlo contro il Prato. Inutile per le zebrette di mister Marco Masi la marcatura sul finire di frazione di Simeoni, che aveva riaperto parzialmente il risultato. Prima rete incassata in campionato su azione dopo pochi minuti da Kouassi, mentre il raddoppio dei lanieri arriva direttamente da calcio d’angolo con Tomi. 

SAN GIMIGNANO: I valdelsani di Fabio Ercolino non vanno oltre il pareggio a reti bianche contro la penultima della classe Scandicci. Neroverdi che non sfruttano il fattore campo, con la vittoria che manca da quasi un mese. Posizione di metà classifica per il San Gimignano, che allo stadio “Santa Lucia” ha collezionato, fino a questo momento, quattro pari in altrettante apparizioni. 

SINALUNGHESE: Terza battuta d’arresto consecutiva per i rossoblù guidati da Roberto Fani. Nell’anticipo del sabato sconfitta interna con il Montevarchi: decide l’incontro la rete nel finale di Biagi che con un diagonale dal limite dell’area supera l’ex portiere di Siena e Pianese Federico Marini. Per i chianini otto punti in graduatoria, con l’ultima affermazione che risale a fine settembre. 

ECCELLENZA

POGGIBONSI-BADESSE: Derby senese ricco di reti, con la capolista Poggibonsi che si impone allo “Stefano Lotti” con punteggio tennistico di 6-3 sul Badesse. In evidenza per i valdelsani Motti autore di una doppietta, mentre per i monteriggionesi di Luca Corbucci giornata no, con soli cinque punti in classifica. Il Poggibonsi di mister Alessio Bifini mantiene la vetta della graduatoria con diciotto lunghezze, frutto di sei vittorie di fila.

COLLIGIANA: Successo di misura per 1-0 dei biancorossi sul Valdarno, grazie alla rete di Saitta in avvio di ripresa. Per i valdelsani allenati da Alessandro Deri quarto posto e una squadra che, con il trascorrere delle settimane, inizia a far emergere il reale valore della rosa. (Damiano Naldi)

Fonte: FOL