Il prossimo avversario: il Novara

Tre giorni dopo la bella vittoria sul Cesena, la Robur torna in campo. Si va in Piemonte, a Novara, a nemmeno sei mesi dalla trasferta del primo Maggio della scorsa stagione. Ci ritroveremo davanti mister Tesser, che quest’anno sembra durare molta più fatica rispetto alle due precedenti stagioni trionfali. La vittoria con l’Inter è l’unica perla di questo inizio di stagione per gli azzurri, per il resto il Novara ha collezionato solo due pareggi. La gara di stasera sarà fondamentale per i padroni di casa, che sanno che devono vincere per tenere lontane le dirette rivali e fare preziosi punti in chiave salvezza. Inoltre la gara è molto sentita in quel di Novara e i tifosi si aspettano un risultato positivo.

Passando al campo, Tesser oggi ha spavaldamente annunciato la formazione, ma non siamo tanti convinti che quelli saranno realmente gli undici effettivi.  in porta giocherà ancora Fontana, vista l’indisponibilità di Ujkani che si protrarrà per un bel po’.  In difesa da destra a sinistra, Dellafiore, Ludi, Paci e Gemiti. Nel mezzo al campo Porcari, Rigoni e Marianini. Dietro alle punte Giorgi appare favorito su Mazzarani e davanti l’unico certo del posto è Meggiorini. Al suo fianco Jeda, appena rientrato dall’infortunio, sembra farsi preferire a Morimoto e Granoche.

Sarà una gara delicata per i nostri bianconeri, i tre punti di domenica ci hanno portato in una posizione al momento tranquilla, ma mai sedersi e acontentarsi. La gara è alla portata, il Siena avrà la grande occasione di cambiare diversi uomini e avere una formazione fresca. Con la testa e con il cuore, con la consapevolezza di poter vincere e di allontanarsi ancora dalle zone basse. Avanti Robur! (Luca Casamonti)