Il Pescara perde Stoian per due mesi

A pochi giorni dall’esordio in campionato è arrivato il primo vero sussulto nell’infermeria del Pescara. Uno scontro di gioco durante la partitella di ieri pomeriggio è stata fatale per il Adrian Stoian, arrivato in prestito dalla Roma. Cadendo, l’estroso centrocampista romeno si è fratturato la clavicola sinistra. Due mesi di prognosi.  L’infortunio è sembrato subito grave. I primi accertamenti radiografici hanno confermato la diagnosi iniziale, la frattura della clavicola sinistra. Tra convalescenza e rieducazione, il 19enne biancazzurro dovrà stare lontano dai campi per almeno due mesi, alla spalla è stato applicato un tutore.  Una brutta tegola per il Pescara che non potrà contare su una pedina, giovane, ma di indubbio valore. Purtroppo nello spogliatoio biancazzurro c’è una maledizione per gli infortuni alla spalla dopo quelli accaduti all’attaccante Roberto Inglese, al centrocampista Andrea Gessa e al tecnico Eusebio Di Francesco.  Ieri pomeriggio al Poggio degli Ulivi è stato provato lo scacchiere che dovrebbe fronteggiare la corazzata Siena domenica sera all’Adriatico-Cornacchia. Di Francesco prima della sgambatina ha fatto capire che Sansovini e Maniero dovrebbero comporre l’attacco del Delfino. Ieri, però, Maniero ha svolto solo lavoro differenziato non prendendo parte alla partita. L’undici per il debutto tra i cadetti dovrebbe essere grosso modo quello visto nel primo tempo contro la Berretti.  In difesa Olivi e Mengoni al centro, con Zanon a destra e Mazzotta dall’altra parte. Per il momento L’ex di turno, Del Prete, è destinato alla panchina. Cascione e il giovane Nicco in mezzo al campo e sulle fasce dovrebbero agire Gessa e Dettori. Ieri al posto di Maniero è stato provato Inglese, con Sansovini leggermente dietro.
Fonte: Il Centro