Il Novara torna a far punti. Siena, cresce la striscia-sì

Si divide la posta allo stadio Piola nel match tra Novara e Siena. Sblocca il risultato Calaiò nel primo tempo, pari di Gemiti a dieci minuti dal termine. Per i piemontesi un punto che non scaccia la crisi, ma riporta comunque il sereno dopo due sconfitte consecutive. Il siena, invece, allunga la striscia positiva e si porta a dieci punti in classifica.

POCO NOVARA NEL PRIMO TEMPO – Tesser si affida a Meggiorini in coppia con Jeda, lasciando Morimoto in panchina. Mentre Sannino fa un po' di turn over mandando in campo dal primo minuto Vergassola e Bolzoni. In attacco tra le fila dei toscani uno dei protagonisti della promozione del Novara nella passata stagione, Pablo Gonzalez. Gli ospiti iniziano con il piede giusto, dando velocità alla manovrà e rendendosi pericolosi fin dalle prime battute. Dopo appena un quarto d'ora Tesser è costretto al primo cambio: fuori Ludi, dentro Centurioni. Al 17' è già vantaggio: cross basso di Angelo dalla sinistra, Gonzalez va in scivolata sul primo palo, Brkic smanaccia e Calaiò è il più veloce a ribattere in rete. 0-1 e inizio in salita per i piemontesi. Due minuti più tardi i bianconeri potrebbero addirittura raddoppiare con l'ex gonzalez che impegna Fontana a terra. Il Novara fatica a reagire e si fa pericoloso solo nel finale con un paio di conclusioni di testa da parte di Jeda.

REAZIONE NOVARA – Al rientro dagli spogliatoi arriva il secondo cambio per i padroni di casa. Tesser manda in

campo Gemiti per un evanescente Garcia. Il Novara appare più tonico e si fa pericoloso con una conclusione di Jeda deviata in calcio d'angolo. Il Siena è in calo. Calaiò e Gonzalez non ricevono assistenza da parte dei compagni di squadra e hanno poca capacità di movimento tra le fitte maglie della difesa di casa. Il meritato pareggio arriva al 35': calcio d'angolo, la palla arriva sui piedi di Gemiti che lascia partire un tiro sotto l'incrocio dei pali. Esplode il Silvio Piola. Per il Novara arriva un punto fondamentale per guardare con ottimismo alla prossima sfida salvezza di domenica in casa del Lecce.

Fonte: Repubblica