Il “Mangia 2015” ad Andrea Causarano: sabato 15 agosto la consegna

Siena onora i suoi cittadini più meritevoli. Il prossimo 15 agosto, il giorno dedicato a Maria S.S. Assunta in cielo, Patrona e Regina di Siena e del suo antico Stato, dopo la messa solenne che si terrà alle 10 in Cattedrale, il Teatro dei Rozzi, alle ore 11,30, ospiterà la cerimonia del Premio Mangia 2015. Il sindaco Bruno Valentini, come deciso dalla commissione del Concistoro, donerà il Mangia 2015 ad Andrea Causarano “per la sua prestigiosa carriera professionale, competenza e fama nel campo della medicina sportiva”; Medaglia di civica riconoscenza a Luigi Bernabei “per l’impegno profuso in ambito otorinolaringoiatrico, in particolare per gli studi di Audiologia sperimentale”; e ad Alessandro Leoncini “per essersi occupato con passione della storia secolare di Siena, diventando un riferimento per studiosi e interessati alla materia”. 

Andrea Causarano, proposto dalla Contrada della Selva è medico sociale della prima squadra della FC Juventus, confermatasi campione d’Italia e finalista della Uefa Champions League, riveste un ruolo di rilievo nell’organigramma della squadra torinese, dove è approdato, grazie alle sue indubbie qualità professionali, dopo l’impegno ultra ventennale nell’associazione Calcio Siena, che ha accompagnato dai campi di provincia fino al prestigioso palcoscenico della serie A; così come la Mens Sana Basket: dalla serie A2 alle Final Four di Eurolega. Al suo incarico di responsabile sanitario del Siena Calcio, nel 2000 si aggiunge la nomina a docente della Scuola di specializzazione in Medicina dello Sport dell’Ateneo senese, dove insegna Semeiotica dello Sport fino al 2008. La sua fama di medico sportivo cresce e dal suo studio, sempre aperto ad amici e cittadini, passano una serie di sportivi desiderosi di farsi visitare e curare. Non solo calciatori, ma anche campioni dell’atletica leggera come Vénuste Niyongabo (medaglia d’oro alle olimpiadi del 1996), della pallavolo come l’italo cubana Taismary Aguero, dell’ippica come il top jockey Salvatore Sulas.

Parallelamente ai suoi studi di fisiologia mette a punto metodologie diagnostiche innovative e di grande efficacia. Nel 2008 l’A.C. Siena, primo club nel panorama calcistico nazionale, si dota di un’apparecchiatura dedicata allo studio della composizione corporea che consente a Causarano, grazie alle sofisticate valutazioni sullo stato di salute dei calciatori fornite da questa strumentazione, di pubblicare alcuni lavori scientifici che pongono tutto lo staff medico del Siena all’attenzione del mondo calcistico internazionale.

Il passaggio dalla “Robur” alla “Vecchia Signora”, lo scorso anno, sancisce il riconoscimento dei suoi alti livelli di eccellenza professionale e umana. La sua fama e la competenza di medico sportivo hanno portato a Siena, nel centro medico da lui fondato e diretto, campioni di ogni disciplina da tutto il mondo, oltre agli staff sanitari di importanti società sportive internazionali, come il FC Barcelona e il Maccabi Tel Aviv, per apprendere e confrontare con lui metodologie e protocolli medici. Innumerevoli le pubblicazioni, così come i congressi nazionali e internazionali, ai quali ha portato il suo contributo professionale.

Fonte: Fedelissimo Online