Il dramma di Morosini: come è andata e chi era il giovane

Piermario non ce l'ha fatta. La vita di Morosini è finita su un campo di calcio: inutili i soccorsi prestati dai sanitari e inutile la corsa in ospedale e tutti i tentativi di rianimarlo. Il primario di cardiologia dell'Ospedale Santo Spirito di Pescara, Leonardo Paloscia, spiega: "Non è mai ripreso il battito cardiaco". Poco dopo le 15.30, al 31' del primo tempo di Pescara-Livorno, si è accasciato e ha perso i sensi.

ORE 17.16 — Giocatori e dirigenti del Livorno in lacrime stanno andando a rendere omaggio alla salma che è ancora al Pronto Soccorso. La salma poi sarà trasferita in obitorio.

ORE 17.11 — Il primario del reparto di Cardiologia, Leonardo Paloscia: "Abbiamo fatto tutto il possibile per rianimare il ragazzo. Ma non ha mai ripreso conoscenza".

ORE 17 — A dare l'annuncio ufficiale il dottor De Blasi, dell'ospedale di Pescara: "E' stato per arresto cardiaco: Purtroppo è arrivato già morto in ospedale. Non si è più ripreso"

ORE 16.56 — Le scene di disperazione dei compagni del Livorno in ospedale non lasciano dubbi: Morosini non ce l'ha fatta, è morto.

ORE 16.47 — Il ds del Pescara, Delli Carri, è entrato per parlare con i sanitari. Uscendo ha detto: "Non posso dire niente" scuotendo la testa.

ORE 16.40 — L'Udinese, proprietaria del cartellino di Morosini (ex nazionale Under 21), si è messa in contatto per seguire l'evoluzione della situazione.

ORE 16.29 — Arrivati in ospedale il ds del Pescara Delli Carri con il medico deglla società abruzzese, oltre ad alcuni dirigenti del Livorno.

ORE 16.26 — Al giocatore sono state praticate manovre di ventilazione e rianimazione, poi è stato intubato. Si apprende che a soccorrere per primo il giocatore allo stadio, dove stava seguendo la partita, scendendo dagli spalti e raggiungendo il campo, è stato Leonardo Paloscia, primario di Emodinamica all'ospedale di Pescara, che lo ha assistito fino all'arrivo al Pronto Soccorso. Sugli spalti contemporaneamente a Morosini c'è stato un malore anche di un tifoso, trasportato in ospedale anche lui.

ORE 16.22 — A Morosini è stato applicato un pacemaker provvisorio.

ORE 16.19 — Intanto il giocatore è in coma farmacologico.

ORE 16.12 — Piermario Morosini si trova ancora nella sala del Pronto Soccorso dell'ospedale Santo Spirito di Pescara. Insieme al giocatore e ai sanitari c'è anche il medico sociale del Livorno, Porcellini. Secondo una prima diagnosi il giocatore sarebbe stato colpito da una crisi cardiaca con successivo arresto cardiocircolatorio.

ORE 16.07 — Dall'ospedale Santo Spirito di Pescara si apprende che il giocatore è sotto trattamento di rianimazione.

 ORE 16.03 — La gara tra Pescara e Livorno è stata ufficialmente sospesa sullo 0-2 per gli ospiti e rinviata a data da destinarsi.

ORE 16 — Fonti ospedaliere dicono che il giocatore è arrivato in arresto cardiaco.

Momenti drammatici allo stadio Adriatico di Pescara: al 31' del primo tempo Piermario Morosini, giocatore del Livorno, ha iniziato a barcollare cadendo a terra, da solo, per due volte dopo essersi rialzato in stato confusionale e poi è rimasto esanime sul terreno di gioco. Immediatamente la partita è stata sospesa e i sanitari sono entrati in campo per soccorrere il giocatore privo di sensi fra la dsperazione dei giocatori. Al giocatore è stato praticato un massaggio cardiaco prolungato. In campo dopo qualche minuto è entrata un'ambulanza, che ha avuto difficoltà a entrare perché incredibilmente bloccata da un'auto dei vigili urbani che bloccava il passaggio, per il trasporto in ospedale. Scene di disperazione in campo fra i giocatori. Partita sospesa nello stesso stadio in cui appena due settimane fa si era vissuto un momento di grande commozione per il ricordo di Francesco Mancini, preparatore dei portieri del Pescara morto d'infarto.

Ma andiamo a vedere chi era Piermario Morosini, la sua carriera, brillante e impreziosita da diverse presenze nella nazionale under 21.

VITA BREVE E TOSTA — Piermario Morosini era nato a Bergamo il 5 luglio 1986 ed era cresciuto nel settore giovanile dell'Atalanta e si era messo subito in luce, arrivando alla finale del campionato Primavera del 2005, perdendo contro la Roma. A Morosini la vita ha proposto durissime prove: era infatti rimasto orfano della mamma Camilla nel 2001, quando aveva 15 anni, e solo due anni dopo era morto il papà Aldo. Tragedia a tragedia, poco dopo era morto anche il fratello e il giovanissimo giocatore era rimasto solo con la sorella maggiore. L'Udinese aveva messo gli occhi sul giovane centrocampista e aveva acquistato metà del cartellino di Morosini. L'Udinese aveva lanciato in serie A il giocatore, che aveva debuttato in serie A in bianconero contro l'Inter, collezionando in tutto 5 presenze in A e una in Europa. Nel 2006-2007 l'Udinese lo aveva mandato a farsi le ossa in serie B, col Bologna e, una volta riscattato l'intero cartellino, i friulani l'avevano girato nel 2007 al Vicenza, dove ha giocato fino al 2009. Roberto Baronio, suo compagnio a Udine, ha commentato affranto: "Un destino incredibile. Ora potrà riabbracciare tutta la sua famiglia"

IN AZZURRO — Col Vicenza Morosini ha giocato un gran campionato, che gli era valsa una maglia nella Nazionale Under 21, con la quale aveva giocato 18 partite e arrivare agli Europei in Svezia. Da lì sempre in prestito, Morosini aveva giocato con le maglie di Reggina, Padova e ancora Vicenza. In questa stagione lo sbarco a Livorno a fine gennaio, dopo aver iniziato il campionato con l'Udinese. Morosini, quando raccontava la sua vita difficile senza mamma e papà, diceva: "Sono cose che ti segnano e ti cambiano la vita, ma che allo stesso tempo ti mettono in corpo tanta rabbia e ti aiutano a dare sempre tutto per realizzare quello che era un sogno anche dei miei genitori".

Stagione

Squadra

Campionato

Coppa Italia

Coppe Europee

Totale

Comp

Pres

Reti

Pres

Reti

Comp

Pres

Reti

Pres

Reti

2004-2005

Atalanta

A

0

0

0

0

0

0

2005-2006

Udinese

A

5

0

0

0

Uefa

1

0

6

0

2006-2007

Bologna

B

16

0

0

0

16

0

2007-2008

Vicenza

B

34

1

2

0

36

1

2008-2009

B

33

0

2

0

35

0

2009-2010

Udinese

A

0

0

0

0

0

0

2009-gen. 2010

Reggina

B

17

0

17

0

gen.-giu. 2010

Padova

B

13+1

0

13+1

0

2010-gen. 2011

Udinese

A

0

0

2

0

2

0

gen.-giu. 2011

Vicenza

B

16

0

16

0

2011-2012

Livorno

B

8

0

8

0

Totale carriera

141+1

1

9

0

     

150

1

La carriera in nazionale:

2001-2003
2003-2004
2004-2005
2005-2007
2006-2009

Italia U-17
Italia U-18
 Italia U-19
 Italia U-20
 Italia U-21

16 (1)
7 (0)
12 (0)
3 (0)
18 (0)

Fonte: Fedelissimo Online