Il caso Como: per regolamento è fuori dalla Lega Pro

Un nuovo caso in Lega Pro e riguarda il Como Calcio. La società lariana, nonostante il passaggio di proprietà, non ha provveduto a suo tempo a regolarizzare la propria affiliazione alla FIGC e, stando al regolamento vigente, non potrà iscriversi al campionato di competenza.

L’Art. 52 delle NOIF in merito parla chiaro:

“il titolo sportivo di una società cui venga revocata l'affiliazione può essere attribuito, entro il termine della data di presentazione della domanda di iscrizione al campionato successivo, ad altra società a condizione che la nuova società dimostri nel termine perentorio di due giorni prima di detta scadenza di avere ottenuto l'affiliazione in F.I.G.C.".

Da alcune indiscrezioni la nuova società subentrata, riferibile alla signora Akosua Puni Essien, non avrebbe provveduto a sostituire la fideiussione obbligatoria che risulterebbe ancora in carico ai precedenti proprietari, né a pagare gli stipendi di aprile, maggio e giugno con conseguenza di non poter ottenere l’obbligatoria affiliazione alla FIGC che, sempre per regolamento, scadeva oggi (due giorni prima della data di presentazione della domanda di iscrizione che scade il 30 giugno)

Se la notizia venisse confermata e la Federazione applicasse il regolamento, il Como sarebbe spacciato.

Fonte:FOL