Il caos in Lega Pro: tra non iscrizioni, ricorsi, ripescaggi e riammissioni quali saranno le squadre al via?

La Lega Pro partirà il 6 settembre 2016. Questa il momento è l’unica certezza del prossimo campionato di terza serie. Perché su numero di squadre e composizione dei gironi è davvero grande l’incertezza.

Alla scadenza dell’esito dei ricorsi l’organico di Lega Pro sembrava andare a definirsi in 51 unità: Barletta, Castiglione, Grosseto e Monza non hanno presentato domanda;Reggina, Varese, Venezia e Real Vicenza che non hanno presentato ricorso e la Paganese il cui ricorso non è stato accolto a maggioranza – non avrebbero dovuto partecipare al prossimo campionato secondo le decisioni adottate del Consiglio Federale per quanto riguarda le Licenze Nazionali per l’ammissione ai Campionati Professionistici 2015/2016

Di queste, almeno una, considerando il fallimento del Parma, verrà ripescata (sembrerebbe il Brescia la favorita) in B. Il tutto in attesa di capire che ne sarà di Catania (subentrerebbe la Virtus Entella) e Teramo (subentrerebbe l’Ascoli), coinvolte nel caso calcio scommesse e che potrebbero far propendere ad altri ripescaggi in B.

Allora quante squadre ci saranno in Lega Pro 15-16? Sembrava farsi largo l’ipotesi di una riduzione, con la formazione di tre gironi da 18 squadre ciascuno (per un totale di 54 squadre e quindi “solo” 4-5 ripescaggi), Macalli dichiara che addirittura si potrebbero avere tre gironi da 16, mentre in base alle Normative Organizzative Interne della Federazione, la Lega Pro 2015/2016 deve (o meglio potremo dire dovrebbe…) avere un organico composto da 60 squadre divise in tre gironi da 20 ciascuno.

Pertanto si riapre la corsa alla Lega Pro, che comprende anche i 4 club che non hanno perfezionato la domanda di iscrizione entro la scadenza del 14 luglio (Paganese, Venezia, Varese, Reggina e Real Vicenza).  Il motivo? La regola avrebbe previsto i classici ripescaggi, ma la supera tassa da 500.000 euro a fondo perduto e la fideiussione di 400.000 euro hanno di fatto frenato praticamente tutte quelle squadre che volevano far domanda. Al momento solo Taranto,Pordenone, Albinoleffe e forse il Seregno sembrano intenzionate a far domanda, con l’organico della prossima Lega Pro che avrebbe ancora diversi posti vuoti.

Per tal motivo, anche a Paganese, Venezia, Varese, Reggina e Real Vicenza sarebbe stato dato tempo fino alle ore 19:00 di lunedì 27 luglio per consegnare tutti i documenti e la fideiussione, per ottenere così la garanzia di partecipare al prossimo campionato.

 Finita qui? Ancora no, perché alcune società che non vorrebbero pagare le 500milaeuro a fondo perduto (le retrocesse e le squadre partecipanti ai playoff di D della scorsa stagione) stanno lavorando per chiedere una rimessione (in quel caso a titolo gratuito).

Il 27 luglio, forse, ne sapremo di più…

ECCO IL QUADRO DELLE SQUADRE

Possibile retrocessione in Lega Pro se confermata responsabilità diretta nell'inchiesta I Treni Del Gol Catania.

Possibile retrocessione in Lega Pro in caso di responsabilità diretta nell'inchiesta Dirty Soccer Teramo.

Retrocessa in Lega Pro Cittadella.

Possibili ripescaggi in B dopo retrocessione Brescia, Virtus Entella.

Possibile ripescaggio in B Ascoli.

Squadre rimaste in Lega Pro Girone A (12) Bassano Virtus, Pavia, Alessandria, Torres, Feralpi Salò, Cremonese, Arezzo, Sudtirol, Mantova, Giana Erminio, Renate, Lumezzane.

Squadre rimaste in Lega Pro Girone B (14) Reggiana, Spal, Pisa, Ancona, Tuttocuoio, L'Aquila, Pontedera, Lucchese, Carrarese, Santarcangelo, Prato, Pistoiese, Pro Piacenza, Savona.

Squadre rimaste in Lega Pro Girone C (13) Benevento, Juve Stabia, Matera, Casertana, Lecce, Foggia, Catanzaro, Melfi, Cosenza, Lupa Roma, Martina Franca, Ischia, Vigor Lamezia.

Squadre promosse dalla Serie D (9) Cuneo, Padova, Rimini, Siena, Maceratese, Lupa Castelli Romani, Fidelis Andria, Akragas.

Non hanno presentato la domanda (4) Barletta, Castiglione, Grosseto, Monza

Non hanno presentato ricorso (ma potranno farlo entro il 27 luglio) (5) Varese, Real Vicenza, Venezia, Reggina, Paganese.

Retrocesse in Serie D Pordenone, Messina, Forlì, San Marino, Albinoleffe, Gubbio, Aversa Normanna, Pro Patria.

Non iscritta alla D dopo la retrocessione Savoia.

Ranking per i ripescaggi dalla D Sestri Levante, Monopoli, Fano, Taranto, Viterbese, Delta Porto Tolle, Correggese, Alto Vicentino, Poggibonsi, Rende, Seregno, Scandicci, Potenza, Borgosesia, Piacenza, Lecco, Sacilese, Agropoli, Posacco, Olbia, San Nicolò.

Fonte: Fedelissimo Online