Il bicchiere a cura di Federico Castellani

Cari amici vicini e lontani…..da ieri è  ripresa la stagione ufficiale del Siena. Quindi riprende la rubrica Il Bicchiere e le chiacchiere di Parliamone le riponiamo  in soffitta. Da questa testata seguitissima sia localmente che a livello nazionale finanche internazionale ( ho un caro amico che ci segue da Giakarta) torneremo ad analizzare bonariamente ma criticamente la stagione.Grazie per seguirla appassionatamente.

Mezzo pieno

Il ritorno in serie C. Obiettivo sbandierato che, di riffa o di raffa, è stato raggiunto. L’arrivo del figliol prodigo Perinetti su tutti. La squadra che promette un campionato non da comprimari. Rischio che poteva esserci ma che, alla luce degli acquisti, pare sventato. Un timido ma significativo risveglio dei cuori bianconeri già visti ieri in buon numero nonostante l’orario infausto e contro un avversario non di livello.

Mezzo vuoto

Qualche inciampo per la programmazione degli abbonamenti . Comprensibile. Non era facile oggettivamente in dieci giorni organizzare il tutto. Una chiosa finale: stadio ormai in uno stato fatiscente con una “ scoperta” ancora chiusa nonostante i lavori eseguiti in attesa della definitiva messa a norma. Poltroncine inagibili e vecchie che imbrattano  anche in curva. Mancherebbero, ad oggi, per la scoperta solo una manciata di seggiolini. Naturalmente dei colori sociali. Bianco e Neri…..Ma noi aspettiamo e siamo fiduciosi nell’operato di questa Società e/o l’Amministrazione per chiudere anche questi dettagli e rinascere nuovi in uno stadio dignitoso. La deroga ci sarebbe in attesa del completo restyling.  E come al solito ……Forza Siena Forza la Robur

Fonte: FOL