Iachini: Sottovalutare il Parma sarebbe un errore

E' difficile, davvero, usare aggettivi diversi a 'importante' o 'fondamentale' o 'decisivo', in un periodo come questo. Nelle dichiarazioni abbondano, ma d'altra parte ogni partita da qui alla fine del campionato, segnerà il futuro della Robur. Giuseppe Iachini non va oltre Siena-Parma, però: “Guardare oltre, farebbe solo venire il mal di testa, facciamo un metro, al chilometro ci arriveremo”, ha detto. Il mister bianconero è concentrato sulla sfida di domani e avverte: “Ogni gara ha una storia a sé, ogni squadra scende in campo per fare del suo meglio. Il Parma è partito un giorno prima per il ritiro, questa la dice lunga su quanto siano demotivati… ”. Errore madornale sottovalutare gli avversari. “I gialloblù sono una squadra esperta e organizzata che gioca un buon calcio – ha ribadito il tecnico -; conosco bene Donadoni, è bravo e ha dato al gruppo una precisa identità. Ci aspetta una partita importante sotto tutti gli aspetti. Dovremo essere concentrati e attenti tatticamente, non trascurare niente perché loro sono strutturati e veloci, possono dare fastidio, abili a ribaltare l'azione con rapidità. Dovremo muoverci bene in campo, sia quando attacchiamo che difendiamo”. “Non è vero che il Parma si esprime meglio in casa che in trasferta – ha poi aggiunto -: mi vedo, ogni settimana, cinque partite almeno degli avversari e vi assicuro che la squadra di Donadoni gioca sempre uguale, al Tardini e lontano dalle mura amiche. Possono cambiare uomini o moduli, ma l'interpretazione rimane sempre la stessa. Poi, ovviamente, le partite si decidono anche per via di situazioni contingenti o episodi. Ma i gialloblù sanno bene cosa devono fare in campo, sono organizzati e si vede che dietro c'è un gran lavoro. Non si cambiano mai il vestito, dovremo essere molto bravi noi a vivere la gara nella maniera giusta. Con il supporto del nostro pubblico, che sarà fondamentale”.
Un ultimo allenamento per affilare la lama, poi il mister prenderà le sue decisioni. “Valuteremo le condizioni di Matheu e di Terlizzi che viene da un guaio muscolare – ha dichiarato l'allenatore della Robur -. Ogni scelta che compio è in base alle circostanze, alle partite che andiamo a giocarci, agli avversari di turno. Ecco spiegata anche la non convocazione di Belmonte la scorsa settimana”. Pozzi sembra aver finalmente superato i suoi problemi fisici: possibile vederlo in campo con Emegara? “Ogni accorgimento tattico va valutato di volta in volta – ha ripetuto Iachini -, considerando anche la condizione e le caratteristiche di ognuno. E' una soluzione, ma tutti i moduli possono essere giusti o sbagliati, a contare è l'organizzazione nel sistema che vai a proporre. E comunque, anche in riferimento alle squalifiche di Felipe e Della Rocca e su chi andrà a sostituirli, non mi piace ragionare per individualità. Guai a prescindere dalla prestazione del collettivo, perché perderemmo qualcosa. Se la giocata di un singolo ci risolve la partita, meglio, se ognuno dà il 120 per cento, è il rendimento della squadra ad alzarsi. Ma non esiste singolo senza senza squadra”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line