Iachini: “Ognuno deve dare qualcosa in più per far sì che il sogno diventi realtà”

“Vogliamo portare più tifosi possibile vicino alla squadra  e mi auguro che in tanti domenica vengono a sostenere la Robur in un momento così importante della stagione”. Così mister Iachini, parlando dell’iniziativa lanciata dalla società bianconera dei biglietti a 50 centesimi. “Penso che sia una bella iniziativa per Siena sportiva e per tutta la città. È un richiamo in un momento importante del campionato verso i tifosi. Da parte nostra, dopo quanto abbiamo dimostrato per spirito e caparbietà, dobbiamo proseguire nel percorso prefissato e che vede tutti coinvolti, squadra, staff tecnico e societario, per andare a raggiungere un obiettivo che dista pochi passi”.

Iachini ripete poi l’importanza dei tifosi, molto vicini alla squadra anche a Genova: “A fine partita ho ringraziato tutti coloro che ci hanno seguito perché la squadra avverte la vicinanza di tutti coloro che la sostengono. Giocavamo in un campo caldo e difficile e la squadra, nonostante lo svantaggio iniziale è riuscita a rimettersi in carreggiata e ribaltare la situazione. Quello deve  necessariamente essere il nostro spirito, andando  creare una compattezza tra tifosi, squadra e società. Chiediamo un ulteriore spinta, anche perché attraverso le nostre gesta vorremmo in qualche modo essere anche un auspicio per la rinascita di tutta Siena, che purtroppo sta vivendo un momento difficile per le vicende note”.

Nonostante il clima caldo e lo svantaggio la Robur a Genova non si è persa d’animo: “Dobbiamo costantemente credere nel lavoro che portiamo avanti da qualche mese a questa parte, sapendo cosa dobbiamo fare con intensità, spirito e organizzazione di gioco: questa deve essere la nostra forza. In ogni gara l’episodio negativo può capitare, ma noi dobbiamo farci trovare pronti a tutto ed essere squadra in ogni situazione. Col tempo, già da durante la settimana, abbiamo cercato di applicare una metodologia di lavoro che porti ad avere certezze, che devono poi accompagnarci in campo  e in partita. In settimana prepariamo le gare al meglio e la domenica siamo chiamati ad interpretare quanto studiato; poi è normale le partite vanno giocate, vissute e cambiate quando necessario”.

Si torna a giocare al Franchi, dove la Robur ha fatto solo un punto nelle ultime due gare: “Col Cagliari, al di là del risultato, credo che abbiamo fatto un’ottima gara, trovandoci di fronte una squadra che come dimostrato anche domenica è in salute. In quella gara riuscimmo a concedere loro pochissimo e allo stesso tempo creare alcune situazioni, senza però riuscire a concretizzarle al meglio”.

Parlando del Parma, Iachini dice: “Li rispettiamo molto: sono un gruppo di grande spessore, con un mister molto bravo come Donadoni che sta facendo un gran lavoro. Il Parma è una squadra molto pericolosa, con grande qualità ma soprattutto con un grande spirito e dove si vede la mano e il lavoro del mister. Il Parma è una squadra difficile da affrontare e per portare a casa il risultato dovremmo fare una gara perfetta e ci vorrà anche tutto il sostegno del nostro pubblico e tutta l’attenzione e l’applicazione possibile da parte dei ragazzi”.

Passando ai singoli, di Terzi, appena rientrato, dice: “Il ragazzo lo conosciamo bene e non c’è niente da aggiungere. Preferisco parlare di gruppo, Terzi fa parte di esso, è un elemento importante e mi aspetto un grande apporto in questo finale da lui, così come da tutti gli altri. Perché ognuno arrivati a questa decisiva parte di stagione ognuno deve dare qualcosa in più per far sì che il sogno diventi realtà”.

Pozzi invece “sta sempre meglio e valuteremo di volta in volta il suo utilizzo e la sua condizione” (Luca Casamonti)

 Fonte: Fedelissimo online