I Vecchi Ultras raccontano una “novella”….

Quanta belle manifestazioni di solidarietà e di vicinanza,  scusate ma c'è un MA gigantesco.

Partiamo con una novella
Un bel dì lasciò questo mondo una vecchina di 110 anni
Moribonda fu assistita da pochi, qualcuno 'forse' vero, qualcuno falso (ma poi era straniero, parlava un'altra lingua, era svizzero)
Qualche giorno dopo al funerale  erano in tanti, quasi troppi
Tutti avevano portato fiori e pregavano
La vecchina fu portata la cimitero e fu tumulata sotto una meravigliosa lapide.
"Il suo amore per tutti e da tutti resterà sempre nei nostri cuori"
La lapide la aveva fatta incidere il suo "primo erede".

Tante lacrime

Ma è ora di pensare al futuro.
Il testamento non si trova

Tanti eredi, troppi eredi
Quanti le volevano bene
Suvvia ai funerali erano in tanti ma ….
La vecchina, morta, o forse fatta morire, non poteva più dire la sua.
E ora
Tanti eredi.

Se la vecchina potesse parlare………….

Ed allora gli unici eredi legittimi decisero di ricorrere agli spiriti.
Amara sorpresa.
Gli spiriti parlarono.
Occhio alle chiappe, dissero.

I vecchi saggi ci hanno tramandato tanti detti, in effetti oggi si dice "come diceva mio nonno"
I saggi romani dicono: falso come una lapide o come i soldi del monopoli.

OGGI
E solo adesso quali unici e veri eredi della vecchina abbiamo un diritto
Sceglierci il futuro

Ma non farci convincere che quello che ha, oops hanno, scelto per noi è il meglio, "lo era anche prima" , o almeno doveva esserlo.
In effetti mezza roma (2 parole) ci ha preso per il culo, oggi mezza siena o mezzo mondo (sempre 2 parole) vorrebbe farci provare un piacere nuovo e diverso …. Ma occhio …. Il culo è sempre il nostro
Svegli ragazzi
Scegliamoci il futuro,  ORA !
Quando altrimenti …?

Vecchi Ultras Siena