I precedenti: un campo “stregato” per la Robur

È un campo tradizionalmente ostico per la Robur il `Libero Liberati' di Terni, dove i bianconeri in quindici precedenti hanno vinto solo una volta nel lontano 1950. Per il resto tanti amari ko a partire dal primo, relativo alla prima sfida giocata in Umbria tra le fere ternane e il Siena. 1-0 nel girone unico di serie C, replicato poi nel 1946, quando ripresero i campionati dopo la fine della seconda guerra mondiale. In serie cadetta il primo precedente è relativo alla stagione 1947/48, è finì a reti inviolate. Gli altri tre scontri al 'Liberati' sono decisamente più recenti e sono relativi al ritorno in B dei bianconeri, nel 2000. Non sono però troppo benauguranti, specie i primi due. Nel 2000/2001, dopo lo 0-0 del Franchi la Robur di Antonio Sala (che poi allenerà anche la Ternana) fu sconfitta con un umiliante 4-0. Per i rossoverdi in gol gli attaccanti Grabbi e Borgobello e anche il difensore Vittorio Mero, con un doppietta, poi scomparso tragicamente pochi anni dopo. Nella stagione successiva, con Giuseppe Papadopulo in panchina la Robur, nella prima giornata di campionato fu travolta con un sonante 3-0. Mattatore della giornata Fabrizio Miccoli, autore di due gol. Chiuse la gara Gissi. Allenatore della Ternana era Andrea Agostinelli (così come l'anno prima) che batterà la Robur anche nell'anno di Conte con il suo Portogruaro. Nella stagione successiva, quella della prima storica promozione in A del Siena del presidente Paolo De Luca, la Robur pareggiò 1-1. in gol per prima Scalzo per i bianconeri, poi a pochi minuti dal novantesimo pareggio di Davide Nicola, ex allenatore del Livorno che poi vestirà anche la maglia bianconera per una stagione, quella 2004/05. Allenatore della Ternana in quella sfida era Mario Beretta (netta foto), che poi al ritorno al Franchi vinse 1-0 facendo perdere l'imbattibilità casalinga alla squadra di Papadopulo.

Fonte: La Nazione