I numeri di Robur Siena-Gozzano

La Robur Siena non sfrutta quasi un tempo di superiorità numerica e agguanta il pari col Gozzano solamente in extremis grazie alla terza marcatura stagionale di Gianluca D'Auria. Piemontesi che hanno approcciato al meglio l'incontro riuscendo a sbloccare la contesa dopo 22', con Riccardo Vono, che ha dovuto solamente spingere in rete il pallone pervenutogli dal settore di sinistra: nell'occasione Bruzzaniti, dopo una grande discesa in cui ha letteralmente bruciato Setola sul passo, ha fornito l'assist per il più facile dei goal.

Millennials al potere – Due giovanissimi classe 2000 che si sono resi protagonisti di diversi spunti interessanti, specialmente nel primo tempo. David Sassarini ha schierato dal 1' la bellezza di cinque under: oltre ai due esterni sopra citati, anche il portierino del 2001 Crespi, autentica sorpresa di questa prima parte di stagione, dove ha collezionato 13 presenze da titolare dopo un'annata con la primavera dell'Udinese; il centravanti svedese Adin Bukva (2 reti in questa prima metà di campionato) e il centrale difensivo Francesco Rizzo: questi ultimi due entrambi classe 1998. 

Cosmopolitismo – Tre dei giocatori scesi in campo per il Gozzano domenica scorsa sono stati prelevati quest'estate da campionati stranieri grazie all'ottimo lavoro del ds Casella e del responsabile dell'area tecnica Musumeci. Oltre al possente terminale offensivo Bukva, arrivato in provincia di Novara dallo Smedby AIS, c'era anche il trequartista argentino Martin Rolle, un vero e proprio "giramondo", visti i trascorsi in Argentina, Cile e Grecia (lo scorso anno 13 presenze con l'Asteras Tripolis). Rolle da qualche giornata ha arretrato il proprio raggio d'azione andando a ricoprire il ruolo di regista. È tornato in Italia dopo la doppia esperienza baltica il centrale difensivo Maximiliano Uggè (cresciuto calcisticamente nell'Inter) dopo aver indossato le casacche di Sudava (Lituania) e Nömme Kalju (Estonia), club con cui ha vinto una Meistriliiga (serie a estone) e una Supercoppa. Uggè vanta tra l'altro una rete nei preliminari di Champions League della scorsa stagione.

Fatiche casalinghe – Quello maturato l'altro ieri è il terzo pareggio ottenuto in casa e perlopiù in rimonta dai bianconeri. Ma non finisce qui: con Pistoiese, Arezzo e Gozzano, i segni x sono arrivati grazie a reti segnate dal 90' in avanti. A testimonianza di come i ragazzi di Dal Canto non mollino mai. Tra l'altro il Siena è una delle squadre che segna di più nel quarto d'ora finale di gara. Ma le 4 sconfitte casalinghe (5 se contiamo anche il match di Coppa Italia col Mantova) sono un bottino troppo poco soddisfacente per una squadra che vuole puntare a restare tra le prime della classe.

(Niccolò Anfosso)

FONTE: Fol