I momenti che hanno segnato il 2021: la rivoluzione di fine anno

Il 2021 si chiude con un nuovo cambiamento nei quadri societari e l’ennesimo cambio di allenatore.

 

❶⓿ 𝕃𝕒 𝕣𝕚𝕧𝕠𝕝𝕦𝕫𝕚𝕠𝕟𝕖 𝕕𝕚 𝕗𝕚𝕟𝕖 𝕒𝕟𝕟𝕠

Nell’ultimo scorcio dell’anno solare si materializza l’ennesimo ribaltone societario. Paolo Negro traghetta la squadra nelle due trasferte di Cesena e Pesaro, dopo le quali sembra imminente l’arrivo in panchina di Pierpaolo Bisoli. Accade però quello che nessuno si aspetta: al termine della sfida in terra marchigiana, infatti, si fa largo con forza la notizia di un probabile addio di Giorgio Perinetti, che farà quasi più rumore delle sei sconfitte consecutive maturate nel frattempo dalla Robur. Il giorno dopo, attraverso un comunicato ufficiale, la società annuncerà di stare definendo i dettagli della risoluzione contrattuale con Perinetti ed il suo braccio destro Strano, e che il vicepresidente Alessandro Belli e il direttore generale Andrea Bellandi hanno rassegnato le loro dimissioni. Contestualmente, i nuovi incarichi di direttore generale e sportivo saranno affidati rispettivamente a Marco Trabucchi e a Giuseppe Cannella. Ad una settimana di distanza sarà la volta di Pasquale Padalino in qualità di nuovo allenatore. Il 2021 va così agli archivi.

 

𝐼 𝓂𝑜𝓂𝑒𝓃𝓉𝒾 𝒸𝒽𝑒 𝒽𝒶𝓃𝓃𝑜 𝓈𝑒𝑔𝓃𝒶𝓉𝑜 𝒾𝓁 𝟤𝟢𝟤𝟣: il riepilogo

❶ 𝕃𝕒 𝕡𝕣𝕚𝕞𝕒 𝕤𝕖𝕡𝕒𝕣𝕒𝕫𝕚𝕠𝕟𝕖 𝕕𝕒 𝕞𝕚𝕤𝕥𝕖𝕣 𝔾𝕚𝕝𝕒𝕣𝕕𝕚𝕟𝕠

❷ 𝕃’𝕖𝕤𝕠𝕣𝕕𝕚𝕠 𝕕𝕚 ℙ𝕒𝕙𝕒𝕣𝕤 𝕖 𝔾𝕒𝕫𝕫𝕒𝕖𝕧 𝕖 𝕝𝕒 𝕤𝕔𝕠𝕟𝕗𝕚𝕥𝕥𝕒 𝕕𝕚 𝔹𝕒𝕕𝕖𝕤𝕤𝕖

❸ 𝕃𝕒 𝕕𝕖́𝕓𝕒̂𝕔𝕝𝕖 𝕕𝕚 𝕊𝕚𝕟𝕒𝕝𝕦𝕟𝕘𝕒 𝕖 𝕚𝕝 𝕔𝕒𝕞𝕓𝕚𝕠 𝕤𝕠𝕔𝕚𝕖𝕥𝕒𝕣𝕚𝕠

❹ 𝕃𝕒 𝕧𝕚𝕥𝕥𝕠𝕣𝕚𝕒 𝕕𝕚 ℙ𝕚𝕒𝕟𝕔𝕒𝕤𝕥𝕒𝕘𝕟𝕒𝕚𝕠

❺ 𝕀𝕝 𝕣𝕚𝕥𝕠𝕣𝕟𝕠 𝕕𝕚 ℙ𝕖𝕣𝕚𝕟𝕖𝕥𝕥𝕚

❻ 𝕃’𝕦𝕗𝕗𝕚𝕔𝕚𝕒𝕝𝕚𝕥𝕒̀ 𝕕𝕖𝕝 𝕣𝕚𝕡𝕖𝕤𝕔𝕒𝕘𝕘𝕚𝕠

❼ 𝕀𝕝 𝟝𝟘° 𝕒𝕟𝕟𝕚𝕧𝕖𝕣𝕤𝕒𝕣𝕚𝕠 𝕕𝕖𝕚 𝔽𝕖𝕕𝕖𝕝𝕚𝕤𝕤𝕚𝕞𝕚

❽ 𝕃𝕒 𝕤𝕖𝕔𝕠𝕟𝕕𝕒 𝕡𝕒𝕣𝕒𝕓𝕠𝕝𝕒 𝕕𝕚 𝔾𝕚𝕝𝕒𝕣𝕕𝕚𝕟𝕠

❾ 𝕃𝕒 𝕡𝕒𝕣𝕖𝕟𝕥𝕖𝕤𝕚 𝕄𝕒𝕕𝕕𝕒𝕝𝕠𝕟𝕚

 

Fonte: Fol