I momenti che hanno segnato il 2021: la parentesi Maddaloni

Il tecnico napoletano entra in carica il 25 ottobre e resiste fino al 15 dicembre, dopo aver collezionato soli sei punti in sette gare.

 

❾ 𝕃𝕒 𝕡𝕒𝕣𝕖𝕟𝕥𝕖𝕤𝕚 𝕄𝕒𝕕𝕕𝕒𝕝𝕠𝕟𝕚

Per la sostituzione di Alberto Gilardino la società decide di puntare su Massimiliano Maddaloni, tecnico reduce da un’esperienza quasi decennale in Cina. L’allenatore napoletano arriva a Siena con tanti punti di domanda ma potendo contare sull’endorsement di Marcello Lippi, al quale aveva fatto da vice per molte stagioni in estremo Oriente. Il commissario tecnico della nazionale campione del mondo farà anche visita al suo ex collaboratore e alla squadra bianconera in quanto atteso a Siena per ricevere la Briglia d’Oro, nel corso della quale affermerà: «Maddaloni è un allenatore molto preparato, che lavora molto bene sul campo. Ha voglia di fare esperienze di questo tipo, sono sicuro che si farà apprezzare». La parentesi in bianconero di Maddaloni si rivelerà però fugace: dopo un inizio incoraggiante, che frutta due vittorie nelle prime tre partite della sua gestione, la Robur inanellerà quattro sconfitte in serie, l’ultima delle quali – in casa contro il Pontedera – metterà la parola fine alla sua avventura al ritorno in Italia. Il bilancio decisamente negativo della sua esperienza farà scivolare la Robur al tredicesimo posto in classifica.

 

𝐼 𝓂𝑜𝓂𝑒𝓃𝓉𝒾 𝒸𝒽𝑒 𝒽𝒶𝓃𝓃𝑜 𝓈𝑒𝑔𝓃𝒶𝓉𝑜 𝒾𝓁 𝟤𝟢𝟤𝟣: il riepilogo

❶ 𝕃𝕒 𝕡𝕣𝕚𝕞𝕒 𝕤𝕖𝕡𝕒𝕣𝕒𝕫𝕚𝕠𝕟𝕖 𝕕𝕒 𝕞𝕚𝕤𝕥𝕖𝕣 𝔾𝕚𝕝𝕒𝕣𝕕𝕚𝕟𝕠

❷ 𝕃’𝕖𝕤𝕠𝕣𝕕𝕚𝕠 𝕕𝕚 ℙ𝕒𝕙𝕒𝕣𝕤 𝕖 𝔾𝕒𝕫𝕫𝕒𝕖𝕧 𝕖 𝕝𝕒 𝕤𝕔𝕠𝕟𝕗𝕚𝕥𝕥𝕒 𝕕𝕚 𝔹𝕒𝕕𝕖𝕤𝕤𝕖

❸ 𝕃𝕒 𝕕𝕖́𝕓𝕒̂𝕔𝕝𝕖 𝕕𝕚 𝕊𝕚𝕟𝕒𝕝𝕦𝕟𝕘𝕒 𝕖 𝕚𝕝 𝕔𝕒𝕞𝕓𝕚𝕠 𝕤𝕠𝕔𝕚𝕖𝕥𝕒𝕣𝕚𝕠

❹ 𝕃𝕒 𝕧𝕚𝕥𝕥𝕠𝕣𝕚𝕒 𝕕𝕚 ℙ𝕚𝕒𝕟𝕔𝕒𝕤𝕥𝕒𝕘𝕟𝕒𝕚𝕠

❺ 𝕀𝕝 𝕣𝕚𝕥𝕠𝕣𝕟𝕠 𝕕𝕚 ℙ𝕖𝕣𝕚𝕟𝕖𝕥𝕥𝕚

❻ 𝕃’𝕦𝕗𝕗𝕚𝕔𝕚𝕒𝕝𝕚𝕥𝕒̀ 𝕕𝕖𝕝 𝕣𝕚𝕡𝕖𝕤𝕔𝕒𝕘𝕘𝕚𝕠

❼ 𝕀𝕝 𝟝𝟘° 𝕒𝕟𝕟𝕚𝕧𝕖𝕣𝕤𝕒𝕣𝕚𝕠 𝕕𝕖𝕚 𝔽𝕖𝕕𝕖𝕝𝕚𝕤𝕤𝕚𝕞𝕚

❽ 𝕃𝕒 𝕤𝕖𝕔𝕠𝕟𝕕𝕒 𝕡𝕒𝕣𝕒𝕓𝕠𝕝𝕒 𝕕𝕚 𝔾𝕚𝕝𝕒𝕣𝕕𝕚𝕟𝕠

 

Fonte: Fol – Foto: ACN Siena