I giovani, continuiamo a puntarci

“Far crescere i giovani di nostra proprietà e valorizzarli al meglio”. Queste le parole di Beretta in occasione della sua presentazione di luglio riguardo ad uno degli obiettivi primari della stagione della Robur. Guardando la Robur di ieri, ma anche di tutto l’anno, non si può che dire che l’obiettivo è centrato. Prima Giannetti che è esploso nella prima parte di torneo ed è balzato agli onori della cronaca. Ora Rosseti, 3 gol in 4 gare, ma soprattutto una personalità e una maturità invidiabile. Ma anche Spinazzola, anche lui di proprietà della Robur, mentre Schiavone è in cpmproprietà con la Juventus, che hanno dimostrato il loro valore in caso di bisogno. Oltre a loro non possiamo che citare altri elementi provenienti (ma purtroppo non più del Siena) del settore giovanile quali Iacobucci e Buchel che giocano con continuità in B o Marcone che a Trapani cresce alle spalle di Nordi.

Questa deve essere la direzione, per necessità o per volontà: i giovani, che possono rappresentare un valore importante su cui si deve necessariamente basare il futuro della Robur.

Fonte: Fedelissimo Online