Haruna e Sare, due giocatori rigenerati dal ritorno di Gilardino

Sono partiti a fari spenti, sia per l’età che per la presenza di giocatori più esperti. All’inizio hanno avuto un po’ di difficoltà, ma piano piano stavano ritagliandosi un posto importante nelle gerarchie. Sul più bello però, la squadra è stata travolta dal ciclone lettone-sovietico e per Adamu Haruna e Aziz Sare – di loro stiamo parlando – lo sbandamento è stato inevitabile. I due ragazzi hanno, come e più degli altri, accusato il caos tattico e in alcune partite non sapevano nemmeno come muoversi sul campo. Poi, fortunatamente, è ritornato Gilardino che ha riportato serenità, ha ridato un senso alla squadra e le loro caratteristiche tecniche, unite al costante impegno, gli hanno fatto recuperare il terreno perduto durante il “mese della follia”. La stagione non è ancora finita, il Siena è costretto a rincorrere con l’imperativo di non sbagliare più niente, ma in questo rush finale potrà contare su due elementi importanti e di sicuro valore.

Fonte: FOL