Hagbe: “Gruppo splendido, siamo come una famiglia”

Il centrocampista del Siena Alfred Hagbe ha parlato ieri sera a Domenica Sport Sera, su Radio Siena Tv. Di seguito le sue dichiarazioni:

Scandicci – “È stata una partita combattuta, loro hanno concesso poco e noi altrettanto. La difesa ha lavorato molto bene, aveva di fronte un attaccante di struttura ma non statico come Del Pela che non è facile da gestire. Sulle fasce lo Scandicci era messo bene, soprattutto la catena di sinistra. E allo stesso tempo era organizzato dietro e non ha dato molta profondità ai nostri attaccanti, andando in raddoppio su Galligani indirizzandolo sull’esterno”.

Brividi – “Il mister ha detto del giorno in meno di riposo, è stato quasi come un turno infrasettimanale ma non penso che i ragazzi non fossero sulle gambe. Stiamo cercando di arrivare alla fine mantenendo un record. C’è quel piccolo brivido nel provare a non perdere nessuna gara. Se poi avremo fortuna di giocare e festeggiare nel nostro stadio sarà ancora meglio”.

Rondinella – “Loro concederanno poco o niente, all’andata si chiusero nella loro metà campo cercando di sbloccarla con le palle inattive. L’abbiamo portata a casa con un rigore al 95’. La prepareremo in settimana con la giusta mentalità”.

Famiglia – “Mi sto trovando bene anche perché il mister mi ha dato fiducia, io sono un ragazzo dedito al lavoro e i miei compagni lo hanno sempre riconosciuto. Cerco di estrapolare ogni giorno il meglio dai miei mentori, che sono i giocatori più grandi, da Giusti in porta a Ricciardo in attacco. Ho avuto la fortuna di trovare un gruppo splendido che sta diventando una famiglia. Ringrazio la societa che ci ha dato possibilità di lavorare con un grande staff. Sono contento anche a livello personale ma ho ancora voglia di dimostrare. Mancano otto partite ma in qualsiasi occasione darò il massimo e cercherò di fare il possibile per mettere la squadra in condizione di fare il meglio”.

Fonte: Fol