Guerri: Svegliati Robur!

L’autocritica di Simone Guerri sfugge alla logica dell’ovvietà: le dichiarazioni del centrocampista, archiviata “doverosamente” la pratica Cremonese, per incanalare ogni energia sulla gara con il Tuttocuoio, sono un monito a se stesso e ai compagni. “Serve una molla – afferma senza mezzi termini -, il Siena non può stare nella parte destra della classifica. Non è possibile stare dietro ad altre squadre, di cui non faccio il nome per rispetto. Con i ragazzi più navigati ne abbiamo parlato: non possiamo adagiarci sul fatto di essere una squadra attrezzata, perché se guardiamo i nomi della rosa, lo siamo. Ora basta, dobbiamo darci una svegliata, dobbiamo cambiare prospettiva. L’impegno, e credo che si veda, non è mai mancato, ma evidentemente non basta. Dobbiamo fare tutti di più. Io per primo”. “Siamo i primi a essere arrabbiati per certe sconfitte – prosegue Guerri -, non crediate che tornare a casa battuti non ci faccia male. Ci teniamo tantissimo a fare bene, consapevoli di avere grandi potenzialità: per questo dico che è arrivato il momento di lanciare un segnale, in primis a noi stessi. Dobbiamo trovare l’equilibrio giusto, non va bene fare un passo avanti e tre indietro, come ci è successo con il Piacenza”. Equilibrio: ecco la parola chiave. “A Cremona abbiamo disputato una buona partita, soprattutto in fase difensiva – ammette il centrocampista bianconero -, ma non siamo stati propositivi. Ad Alessandria, lo siamo stati fin troppo. Dobbiamo trovare la giusta misura, non dobbiamo commettere più certi errori. E dobbiamo anche imparare a scrollarci di dosso le negatività: il ko dello Zini ci ha lasciato l’amaro in bocca, ma una volta analizzato, bisogna guardare avanti, non portarcelo dietro. Dobbiamo trovare la giusta identità e anche alla svelta, il termometro lo abbiamo già misurato”. “E’ vero – prosegue -, le quadre più forti le abbiamo affrontate quasi tutte in trasferta, e il calendario ci offre adesso un cammino più agevole. Ma non significa che la strada è in discesa, dovremo metterci tanta intensità. In campionato, come in Coppa Italia, una competizione alla quale teniamo tantissimo. Fortunatamente abbiamo una rosa ampia e di qualità”. Guerri fa anche un bilancio personale. “Avevo messo in conto che sarei entrato in forma in questo periodo – chiude -, se non sbaglio è una delle prime cose che ho detto quando sono arrivato. Sono una mezzala ma sto giocando in un ruolo diverso, che ho coperto poche volte in carriera, ma che mi piace molto. Mi sto impegnando per dare il meglio”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line