Guerri: “E’ la sconfitta più immeritata di tutte, ma ci manca qualcosa”

Questo il commento di Simone Guerri a margine della sconfitta casalinga con la Lucchese:

Non meritavano di perdere – “Da parte mia penso che tra tutte le sconfitte questa è la più immeritata. Siamo usciti dal campo stremati, il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. Nel periodo migliore abbiamo preso il primo gol, poi ci siamo sbilanciati e abbiamo preso anche il secondo. C’è da rivedere questi particolari che abbiamo pagato al massimo”.

Viterbese – “C’è più rammarico che preoccupazione. Sappiamo che queste tre partite possono darti slancio, bucare la prima fa male ma da domattina si deve chiudere questa partita e pensare alla Viterbese. Abbiamo qualche giocatore importante fuori, non è facile”.

La mancanza di maturità – “È una cosa che avvertiamo anche noi, avevamo trovato un po’ di equilibrio ma sbagliamo l’approccio. Anche oggi siamo venuti fuori alla distanza. Ci manca qualcosa anche se non ci accontentiamo. Abbiamo una rosa ampia, le risorse ci sono e solo lavorando ne usciamo. Ci manca una vera identità”.

I giovani – “Oggi devo fare i complimenti a Romagnoli, ha un buon futuro. Ci sono giovani che possono dare grande mano, altri che hanno avuto meno opportunità ma nell’ultimo periodo si sono mentalizzati ad aiutarci. Di Bunino già si vedevano le qualità, ma adesso si sente di più. Lo stesso Grillo ha fatto bene”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol