Grillo: Pronti al tour de force, dobbiamo migliorare nell’approccio

Si sofferma su cosa non è andato con il Renate, Paolo Grillo, prima di guardare al ciclo di impegni ravvicinati che attende la Robur nelle prossime settimane. E’ sugli errori che deve insistere la squadra, per dare prova delle sue reali potenzialità. “A Meda ci siamo approcciati male alla partita – dice l’esterno -, e non è la prima volta che ci capita. Dobbiamo cambiare mentalità. Nonostante il primo tempo, in cui oggettivamente non abbiamo fatto bene, con loro che andavano forte, siamo riusciti a prenderci un punto importante, grazie alla buona prestazione fornita nella ripresa. Il gol di Bunino è partito dai miei piedi? Sì, ma è stata un’azione corale, con il passaggio di Rondanini a Vassallo; poi Cristian, si sa, sotto porta non perdona”. Importante, quel punto, come lo sono quelli in palio nelle prossime sfide. “Pensiamo intanto alla Lucchese – dice Grillo -: ci è davanti di qualche punto, è una buona squadra, dovremo fare attenzione. Il segreto? Allenarsi ogni giorno dando il massimo e seguendo le indicazioni del mister”. Con tante partite in pochi giorni il bianconero spera di ritagliarsi un po’ di spazio. “E’ normale – sorride -, mi impegnerò perché succeda. Sono comunque contento di come sta andando: arrivo dalla Primavera e il salto tra i professionisti l’ho avvertito. Gioco in un ruolo nuovo, poi davanti ho giocatori come D’Ambrosio e Rondanini… In certe partite il mister preferisce dare spazio a chi ha caratteristiche meno offensive di me… Cerco di sfruttare le occasioni che mi capitano e spero di fare sempre meglio. Il mio primo obiettivo è crescere e migliorare”. (Angela Gorellini)  

Fonte: Fol