GRAVISSIMO INFORTUNIO PER ENRICO CHIESA

La gloriosa carriera di Enrico Chiesa potrebbe essersi conclusa allo stadio “Italia” di Sorrento. E’ l’amara, quanto triste, constatazione che è doveroso fare in seguito al gravissimo infortunio occorso all’attaccante di Mignanego nel corso del match tra Sorrento e Figline.

 

Siamo al minuto sedici della seconda frazione di gioco. Chiesa è entrato all’inizio della ripresa per aiutare la squadra a ristabilire la parità del match. All’improvviso, però, accade l’impensabile: Chiesa riceve palla sulla trequarti, è spalle alla porta, quindi deve girarsi. Fa perno con il ginocchio destro e tenta la rotazione con il bacino, ma proprio in quest’operazione qualcosa non va: il piede rimane piantato in terra e l’articolazione compie una torsione a vuoto. Il bomber ex Siena si accascia al suolo dolorante.

 

Il primo a capire l’entità dell’infortunio occorso al giocatore più rappresentativo del Figline è Lo Monaco che immediatamente richiede l’assistenza dei sanitari. Sono attimi carichi di emotività: attorno a Chiesa si forma subito un capannello di medici e calciatori; qualcuno, disperato, si metterà le mani in faccia per nascondere il dolore. Chiesa passerà ben sei minuti a terra, poi, tra gli applausi sinceri dello stadio “Italia”, verrà trasportato in autoambulanza presso l’ospedale Santa Maria della Misericordia di Sorrento.

 

La prima diagnosi parla di lacerazione del tendine rotuleo del ginocchio destro. Nel caso venisse confermata questa prima diagnosi per il bomber genovese si prospettano sei mesi di assoluto riposo, più almeno due mesi di riabilitazione per ritrovare la condizione. Tempi lunghi, quindi, che, però, Chiesa ha già dovuto affrontare. Il 30 settembre 2001, con la maglia della Fiorentina, nella partita contro il Venezia, un’improvvisa girata gli fece saltare i legamenti del ginocchio sinistro. La stagione dopo Chiesa era di nuovo in campo, con la maglia della Lazio. A distanza di otto anni le speranze di rivederlo sul rettangolo di gioco sono abbastanza poche.

 

A stemperare la tensione ci prova Moreno Torricelli in sala stampa: “Enrico ce la farà. Ha il carattere per continuare a giocare. Anche alla sua età”. L’auspicio dell’ex centrocampista della Fiorentina è quello dell’intero mondo del calcio italiano. Un campione come Enrico Chiesa merita sicuramente di appendere le scarpette al chiodo in un modo sicuramente migliore.

 

Fonte:  www.calciopress.net