Gravina: “Dal 2024 ci sarà un ridimensionamento dell’area professionistica”

Da tempo sulla bocca di tutti, l’attesa riforma dei campionati dovrebbe partire ufficialmente dal 2024. Il presidente federale Gabriele Gravina lo ha ribadito anche nei giorni scorsi ad Antenna Sud, facendo una panoramica su come si presenterà il calcio professionistico in seguito a questa svolta. Le sue parole sono state riprese da TuttoCalcioPuglia.com: “I dettagli sulla mia riforma sono tecnici e complessi. Sicuramente ci sarà un momento di passaggio, il progetto definitivo comincerà dal 2024 e vedrà una fusione fra la Serie B e la Serie C Élite ed una fusione fra la Serie C e la Serie D Élite. Ci sarà un ridimensionamento dell’area professionistica, la creazione del semiprofessionismo e la salvaguardia del movimento dilettantistico che però deve assolutamente eliminare il problema del professionismo di fatto. Il problema delle multiproprietà è un problema del calcio italiano, essa è vietata da statuto ma ci sono state delle deroghe. Non potremo andare avanti così e vivere momenti drammatici come accaduto a Salerno. La Federazione ha adottato un principio politico che verrà tradotto in norma, le multiproprietà dovranno rientrare nei perimetri e nel rispetto delle norme statutarie”.

Fonte: Fol