Gravina – “Attesa per oggi la decisione su Arezzo-Livorno”

Gabriele Gravina, presidente della Lega Pro, è intervenuto ai microfoni di RMC Sport  e ripreso da tuttoc.it a margine del "Premio Colosimo" consegnato questa mattina presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano per parlare di quanto sta accadendo sul fronte Arezzo.

La vicenda Arezzo –  "Stiamo cercando di mettere in campo tutte le energie per dare rispetto alla competizione sportiva. Incontriamo delle difficoltà, senza fare riferimento a nessuno, a differenza di altri ambienti. Ci sono carenze normative che dovranno essere colmate il prima possibile. Sto prendendo sempre più coscienza che il nostro mondo ha bisogno di alzare l'asticella della qualità per quanto riguarda coloro che acquistano quote delle società. Possiamo adottare tutti provvedimenti interni per garantire un percorso meno disastroso di quanto fatto quest'anno. Ad Arezzo abbiamo già incontrato sia il Sindaco della città che l'assessore allo sport che stanno lavorando per la soluzione del problema. Incontriamo, come ho detto, delle resistenze che sono facilmente intuibili, ma la Lega non ha intenzione di derogare all'applicazione di alcune regole fondamentali per l'equilibrio della competizione sportiva".

Arezzo-Livorno in dubbio – "E' una decisione che verrà presa oggi sulla base dell'accettazione di un percorso che la Lega e l'amministrazione della città di Arezzo hanno condiviso da parte dell'AssoCalciatori. Qualora così non fosse mi riserverò il diritto di prendere una decisione entro oggi. Quello che chiedo ai calciatori non è la disponibilità per domenica, ma per il campionato intero. Devo avere la garanzia che la stagione si concluda: per questo abbiamo tracciato un percorso noi come Lega assieme al Comune di Arezzo che è la soluzione migliore"

Futuro  "Sul passaggio di quote societarie non possiamo incidere perché rientra nel diritto civilistico. Noi abbiamo proposto di accorciare i tempi per la verifica dell'onorabilità dei nuovi soggetti, passando da 30 a 7 giorni. Tale proposta però non ha ancora ricevuto alcuna risposta da parte degli organi competenti. Soprattutto noi chiediamo che vengano richieste garanzie economico-finanziarie come fidejussioni bancarie a copertura della maggior parte del debito che un club vanta nei confronti del sistema".

Fonte: Fol