GRAVE LUTTO: SI E’ SPENTO ALDO DAPAS

Alla vigilia di quello che da qualche anno era diventato, per noi Fedelissimi e per lui, un appuntamento irrinunciabile, si è spento, oggi alle ore 13, Aldo Dapas.

Domenica il Siena sarà impegnato contro il Chievo, a Verona, la città dove Aldo viveva da quando lasciò Siena, un’occasione questa che il grande ex giocatore ed allenatore della Robur sfruttava sempre per rivedere la sua amata e mai dimenticata squadra.

Aldo Dapas era nato a Lussimpiccolo (ZA) il 31 dicembre del 1914 ed ha giocato nel Siena dal 1938-39 al 1941-42 e nel 1953-54, mettendo insieme 117 presenze e  27 reti. Ebbe anche un’esperienza come allenatore nel campionato di IV serie 1953-54, chiamato da Danilo Nannini quando aveva già smesso l’attività e iniziato la sua attività di lattaio con negozio a San Prospero.

Mezzala nel senso più pieno del termine è stato un giocatore che alla grande tecnica univa doti di combattente mai domo. Fisico possente e notevole altezza è risultato spesso decisivo in molte partite, su tutte quella della storica vittoria sulla Fiorentina per 3-0 nel campionato del suo esordio, dove siglò la prima rete.

Da qualche anno, grazie a Carlo Riccucci, nostro socio e suo nipote,  avevamo stabilito un costante contatto telefonico con lui,  incontrandoci spesso a Verona o a Siena, come nell’occasione della sua ultima venuta il 29 aprile del 2007 quando fu festeggiato da tutti noi tifosi.

Il Siena gli donò la maglia con il suo nome, e chi gli era vicino in quel momento vide i suoi occhi gonfi di commozione frammista a gioia ed orgoglio.

Tutto il Siena Club Fedelissimi si stringe intorno alla famiglia abbracciandola con grande affetto in un momento così difficile.

Ciao Aldo, non ti dimenticheremo mai.

Fonte: Fedelissimi