Grammatica: “Se ci fosse stata dall’inizio questa situazione saremmo a parlare di altro”

Durante la trasmissione Minuto per minuto su RadioSienaTV è intervenuto il direttore sportivo del Siena Andrea Grammatica. Di seguito le sue parole:

Sangiovannese – “Era la squadra più in forma del momento e mi ha fatto un’ottima impressione, insieme al Montevarchi è quella che mi ha impressionato di più dal punto di vista tecnico. Noi non siamo riusciti a chiudere la gara, poi abbiamo subìto un po’ il loro palleggio. Hanno avuto l’occasione per pareggiare ma siamo stati bravi a tenere”.

Momento – “Siamo contenti, è importante aver ritrovato questa media punti. Dopo il mercato ed il ritorno di Gilardino era quello che speravamo e ci aspettavamo. Forse siamo un po’ stanchi fisicamente, ma era la quinta partita in 15 giorni. Ora dobbiamo tenere duro, finire al meglio questo tour de force e poi faremo i conti alla fine”.

D’Iglio – “Conosce bene questa categoria, e l’ha già vinta. Senza nulla togliere agli altri, credo che lui e De Falco assieme facciano la differenza. Beppe è anche un ragazzo straordinario, che si fa ben volere. Peccato non avere il pubblico presente, perché è uno che ha anche la capacità di trascinare”.

Quote – “La regola sugli under non sta né in cielo né in terra. La Sangiovannese ha giovani molto bravi: anche senza l’obbligo, la maggior parte li avrebbe fatti giocare. Così come noi i vari Farcas, Haruna, Martina. Condiziona le scelte, la costruzione della squadra, i cambi. Sono sempre stato contrario”.

Clima – “L’aria è diversa, sono cambiati il cda e tante cariche. Adesso è molto più facile comunicare, siamo tornati a quello che mi aveva portato a Siena. Perché ho degli interlocutori diretti: gli avvocati Belli e Ristori, Andrea Bellandi, che ha assunto una carica importante, e con il presidente c’è un filo diretto. È una persona straordinaria che lascia lavorare in autonomia. Il clima è buono, e c’è un rapporto anche al di fuori dell’ambito lavorativo. Lo dico senza presunzione: se ci fosse stata dall’inizio questa situazione saremmo a parlare di altro”.

Futuro – “Stiamo già programmando la prossima stagione, il presidente è tornato apposta per tracciare le linee guida. Con le due opzioni: sia D che C. Per quanto riguarda la holding, a livello di proprietà non cambia nulla. Ci stiamo muovendo in anticipo, sia per vincolare qualche giocatore che vorremmo tenere, che per avvicinarne di nuovi indipendentemente dalla categoria”.

Gilardino – “Da parte nostra la volontà è quella di continuare con lui, ma non siamo ancora andati nel dettaglio. Dovremo fare un incontro ufficiale per definire le linee guida e capire quella che sarà la sua volontà. L’aria che tira è quella ma bisogna mettersi seduti e parlarne”. (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol