Gli ultras Sampdoriani chiedono trasferta libera a Siena

In un comunicato che riportiamo sotto, gli Ultras Tito Cucchiaroni  chiedono di aprire la trasferta di Siena anche ai non tesserati.

"Siena negli anni è stata un'occasione di esodo, vuoi per le bellezze della città toscana, vuoi per la totale serenità dei rapporti tra le tifoserie. Volevi portare tuo figlio in trasferta? di certo Siena era tra le papabili. Le ultime trasferte a Siena hanno portato una media di 2000 sampdoriani; buona parte, se la trasferta resterà chiusa ai non tesserati, starà a casa. Si perderà l'ennesima occasione, e non solo per noi tifosi, come abbiamo già sottolineato.

Si attivino le società, ognuna per la sua parte: il Siena per un bell'incasso "extra" per la società e per la città, la Sampdoria per avere al fianco quanti più tifosi possibili. Le autorità preposte dimostrino il buon senso dimenticato troppo spesso nel recente passato. Quanto accaduto pochi giorni fa in Germania, dove la Federazione ha dato ascolto alle istanze dei gruppi ultras che chiedevano di poter manifestare la propria passione senza essere costretti a stare seduti, serva come esempio. Non si chiede nulla di più che di rispettare un protocollo sottoscritto da tutte le componenti di cui sopra, e che grazie all'accordo di società ospiti e ospitanti, garantisce l'apertura dei cancelli anche a chi ha scelto di non fare la tessera. Da, parte nostra non faremo mancare il senso di indiscusso stile, come del resto sempre dimostrato in altre occasioni similari. La repressione ha fallito, riprendiamoci la passione".

Fonte: Fedelissimo online