Girone A: Pisa e Alessandria super favoriti. Attenzione al Livorno, a seguire Arezzo, Piacenza e Siena.

Scatta oggi il girone A con tante piazze blasonate che ambiscono a ritrovare tra pochi mesi il palcoscenico della B. In prima fila le due corazzate Pisa e Alessandria. I nerazzurri hanno metabolizzato la retrocessione, voltando pagina e chiamando Gautieri in panchina al posto di Gattuso. La famiglia Corrado ha effettuato investimenti importanti per consegnare al tecnico una rosa da primato. Tanti i colpi di mercato, come il rientrante Eusepi, la punta Negro e il fantasista Giannone fino agli emergenti Filippini e Sabotic. Il Pisa dovrà vedersela, però, con l’Alessandria targato Stellini. Dopo la doppia beffa del campionato perso in volata con la Cremonese e la finale playoff perduta con il Parma, i grigi ritentano l’assalto alla B. Per riuscire nell’impresa il presidente Di Masi ha nuovamente messo mano al portafoglio, ingaggiando gente del calibro di Gazzi, Perrulli, Bunino e da qui al 31 agosto potrebbe arrivare ancora un innesto in attacco.

INSEGUITRICI A tallonare il duo di testa una coppia dal nobile passato, Livorno e Piacenza. Gli amaranto hanno scelto di affidare la rifondazione a Sottil e hanno ringiovanito l’organico, pur mantenendo elementi del calibro di Mazzoni, Luci e Vantaggiato che in C spostano gli equilibri. Gli emiliani, invece, optano per la continuità con Franzini al timone. Pochi acquisti, ma di spessore: su tutti il regista Pederzoli che avrà il compito di non far rimpiangere il cecchino Taugourdeau. Merita una menzione anche l’Arezzo del debuttante Claudio Bellucci, che può contare su un tridente offensivo di vecchietti terribili: Moscardelli-Cutolo-Cellini. Se stanno bene fisicamente, quei tre sono roba da leccarsi i baffi in Serie C.

OUTSIDER Dietro di loro c’è una pattuglia di possibili mine vaganti. Dalla solita Giana del decano Albè alle toscane, in particolare il Siena e la Carrarese di Silvio Baldini che dopo sei anni torna ad allenare e con il duo Coralli-Tavano promette scintille. Sempre in Toscana attenzione al Pontedera dei miracoli, che con un goleador come Pesenti potrebbe issarsi con in zona playoff. Infine, fari puntati sulla Lucchese, che proverà a replicare il buon cammino della scorsa stagione, e al Monza ritornato, dopo due anni di purgatorio in D, tra i professionisti.

Fonte: La gazzetta dello sport