Giovanelli: Concentrati sul Gualdo, abbiamo grande entusiasmo

“Vincere è la soluzione per tutto”: suona la carica Lorenzo Giovanelli a poche ore dal fischio di inizio di Siena-Gualdo. Il difensore bianconero, insieme ai suoi compagni, è concentrato sul campo e allontana tutto ciò che accade fuori. Guarda alla prossima partita senza volare troppo lontano, che sennò il cammino “diventa complicato”.

Aanche per la Robur, domenica, riprende il campionato: come state?
“Non giochiamo da quasi un mese: stare tanto tempo fermi fa perdere un po’ il ritmo partita. Ma siamo pieni di entusiasmo e scenderemo in campo più agguerriti che mai. Affronteremo una buona squadra, che già nel girone di andata ci mise in difficoltà. Contro di noi poi tutti quanti danno il massimo, come fossero in Champions. Ma noi siamo il Siena, indossiamo una grande maglia e dobbiamo pensare soltanto a noi stessi”.
Tre gare in una settimana, compreso il derby con il Poggibonsi: il fiato sul collo dei giallorossi è uno stimolo o una pressione?
“Al Poggibonsi ci penseremo quando sarà il momento, nella speranza ovviamente di presentarci al Lotti con un margine di vantaggio. Adesso in testa abbiamo il Gualdo, poi ci concentreremo sulla Colligiana. Dobbiamo andare avanti di partita in partita, perché in questo momento ogni incontro è una finale. Siamo noi i padroni del nostro destino”.
Come avete preso le dichiarazioni del presidente Ponte?
“Certe cose non ci interessano, noi pensiamo solo al campo. Vincere è comunque la migliore medicina per ogni cosa”.
Lei come sta?
“Sto bene e ogni giorno mi alleno per farmi trovare pronto nel caso il mister volesse darmi una chance. Non so se con tre gare ravvicinate troverò un po’ di spazio, certe decisioni spettano soltanto a lui. Portanova? Un punto di riferimento, a partire dall’allenamento, un maestro, un grande professionista”.
Tra poco dovrebbe tornare anche Vergassola…
“Simone è un giocatore di un’altra categoria, ama Siena e veste la maglia bianconera da oltre dieci anni. Anche se è stato fuori tanto tempo, è per noi un modello da seguire. Non possiamo che essere felici per il suo prossimo, speriamo, rientro”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line