Gilardino: “Stiamo cercando di costruire una bellissima casa dalle fondamenta. Terzi è pronto”

Alberto Gilardino, tecnico del Siena, ha parlato in vista dell’impegno di domani contro la Carrarese. Queste le sue parole:

Risposta – “Dobbiamo confermare quanto di buono fatto in queste prime due partite. Abbiamo rivisto alcune cose in questi giorni e ci abbiamo lavorato per migliorare, sia a livello fisico che a tattico. Stiamo cercando di costruire una bellissima casa, quindi si parte dalle fondamenta. I ragazzi mi stanno dando grande disponibilità, in campo danno il massimo e io questo l’ho percepito”.

Note positive – “Mi è piaciuto l’atteggiamento di come i ragazzi hanno affrontato queste due partite. Dentro questo atteggiamento, il non aver preso rete è sinonimo di consapevolezza e lavoro quotidiano. Non parlo solo della linea difensiva ma di tutta la squadra, è determinante anche il lavoro degli attaccanti. Dobbiamo continuare su questa squadra, avere la ferocia quando si difende e nell’aggredire, e cercare di saper leggere ogni momento della partita”.

Singoli – “Pezzella è in crescita, arriva da un percorso di lavoro a Trigoria con alcuni ragazzi che aspettavano una chiamata per giocare. Montiel è la prima settimana che lavora a pieno regime, ha ottime qualità ma è da gestire. Terzi è pronto, mi serve la sua esperienza e la sua personalità”.

Disanto – “Credo che Francesco non sappia nemmeno lui quanto sia forte, e quanto riesca a gestire le sue qualità. Nel momento in cui lui saprà di dover portare le sue doti all’interno del campo allora in quel momento svolterà. Nel reparto offensivo mi dà margini di scelta”.

Montiel – “Davanti può giocare esterno a piede invertito o sotto la prima punta, è molto bravo nel primo controllo e a trovarsi gli spazi. Ha bisogno di fiducia, gli servono minuti nelle gambe e ritrovare quella spensieratezza che può farlo esplodere”.

Farcas – “Mi dà grande disponibilità, da centrale, terzino, mediano e sa fare tutto. È un giocatore che chiunque vorrebbe. A livello di mentalità e intelligenza tattica è molto forte”.

Bianchi – “Ha fatto un percorso di preparazione diversa da tutti gli altri, e ha caratteristiche diverse da tutti gli altri. Gli ci vuole più tempo per entrare in condizione, ma se sta bene può fare la differenza. Quando riceve palla sa sempre cosa fare e dove mettersi”.

Scelte – “La tanta concorrenza mi auguro che sia una cosa positiva. La gestione non è facile ma è stimolante, non solo per l’allenatore ma anche per i ragazzi. Avremo un periodo dove giocheremo tante partite ravvicinate, ho bisogno di tutti”.

Carrarese – “Sono una squadra di categoria molto fisica, con giocatori di esperienza, non solo giovani. Noi però stiamo bene, intravedo nei ragazzi gli occhi giusti per affrontare questa sfida. Questo è un segnale importante”. (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol