Gilardino: “Siamo concentrati per finire al meglio, più avanti ci sarà modo per confrontarsi”

Il tecnico del Siena Alberto Gilardino ha parlato in vista della sfida con la Sinalunghese, penultimo impegno di campionato. Ecco le sue parole:

Perinetti – “Come dissi nella conferenza stampa precedente, ho la massima disponibilità a confrontarmi con il nuovo responsabile dell’area tecnica. La volontà è quella di rimanere e di ricominciare nel modo migliore. Non è da me andare via, anzi è motivo di rivalsa. Qui c’è il modo di costruire fondamenta importanti. In questo finale di stagione ci sarà modo di confrontarsi sugli aspetti tecnici, ma la volontà mia è sempre stata questa dal momento in cui sono tornato. Vedo in Siena un punto di partenza, non di arrivo, e nella città e nei tifosi l’entusiasmo di cui abbiamo bisogno”.

Sinalunghese – “E’ difficile incontrare una squadra già retrocessa, è una squadra comunque molto organizzata e che non ha nulla da perdere. Siamo concentrati per finire al meglio. La partita presenta molte insidie, dovremo approcciarla nel modo migliore”.

Minutaggio – “Credo di aver dato spazio a tutti, penso che tutti abbiano avuto una possibilità. Che siano stati 10 minuti o un tempo, tutti hanno avuto una chance. Devono essere soddisfatti, la maglia del Siena è una maglia importante, vestirla è gratificante”.

Martina – “Sarà da valutare, ha ancora questo problema alla caviglia. Carminati e Ruggeri hanno lavorato a parte e anche loro vanno visti. A sinistra potrebbe giocare De Angelis oppure Farcas, sicuramente è difficile.

De Angelis – “Ho fatto delle considerazioni sulle quote, quando ho potuto l’ho sempre utilizzato. Ha sempre fatto buone prestazioni, l’ho sempre considerato al pari di tutti gli altri”.

Gragnoli – “Ha iniziato a giocare da poco, ma sta rispondendo bene. In questo momento deve cercare di tenere sempre la tensione alta, motivazioni alle stelle e attenzione massima. Ricordandoci del lavoro fatto da Narduzzo quest’anno. Fin quando ha giocato ha fatto una stagione incredibile, ci ha salvato in tante partite. Mi fa male lasciarlo fuori, per il ragazzo che è e per come si allena. Oltre a quello, è un motivo in più per vedere Gragnoli. All’inizio dell’anno siamo partiti nell’ottica di partire con un portiere pronto come Davide, Gragnoli era un po’ più indietro quando è arrivato”.

Gol – “Voglio tutti partecipi e dentro la partita, nel modo di pensare e di giocare. Voglio questo e chiedo questo a tutti. Bisogna riempire l’area quando è possibile con centrocampisti esterni, nell’ultimo mese abbiamo lavorato su questo. Durante l’anno sono mancati un pochettino i gol nelle altre zone del campo.

(Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol