Gilardino: “Sette partite decisive, non si può buttare al vento tutto il lavoro fatto in questo mese”

Il tecnico del Siena Alberto Gilardino si è presentato di fronte ai cronisti per la conferenza stampa pre-Trestina. Di seguito le sue dichiarazioni:

Montespaccato – “Avevamo programmato di giocare mercoledì. I ragazzi in quel momento avevano tanto entusiasmo e stavano bene a livello mentale. Giocando mercoledì, abbiamo avuto modo di recuperare le energie e preparare al meglio la partita di domani”

Trestina – “La sconfitta è stata archiviata, normale che dobbiamo portarci dentro l’arrabbiatura, il rammarico di aver perso punti sul campo. Abbiamo lavorato sui dettagli, sia fisici che tattici. Mentalmente siamo pronti.

Rincorsa – “Non dobbiamo dimenticarci dove eravamo due mesi fa, e quello che è stato il dispendio energetico e mentale della squadra che è servito per risalire. Non bisogna dimenticarsi di cosa ha subito e assorbito questa squadra, grande merito ai ragazzi per quello che hanno fatto fino ad oggi”.

Finale – “Ci aspettano sette partite decisive per il futuro di tutti, il mio in primis. Alla squadra serviranno per dare un segnale ed un attestato di stima a loro stessi. Sicuramente non si può buttare al vento tutto il lavoro fatto in questo mese”.

Campionato – “Da queste gare mi aspetto le prestazioni, quelle che la squadra ha sempre fatto. Saranno tutte delicate, in questo campionato si è vista la non differenza tra le squadre. Lo Scandicci può metterti in difficoltà al pari di Montevarchi e Trastevere”.

Sare – “Aziz è un giocatore che si sente quando è in campo, ha altre caratteristiche rispetto a tutti gli altri centrocampisti”.

Guberti – Non ci sarà, ha avuto un piccolo risentimento. E’ stata una perdita importante, ma chi lo sostituirà farà sicuramente in modo di non farlo rimpiangere. Speriamo sia soltanto una cosa di domani”.

Assenti – “Mancheranno Sare e Guberti, oltre a Martina squalificato. E poi Forte. Luca farà ancora un periodo di lavoro, sperando che possa ricominciare con la squadra pian piano. Dopo il Covid ha subito un brutto colpo, ma spero che tra massimo 10 giorni possa essere nuovamente a disposizione”. (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol