Gilardino: “Rammaricato per il pari. Ci sono i presupposti per programmare la prossima stagione”

Alberto Gilardino, mister del Siena, ha parlato nel post-gara.

La partita – “Un po’ di rammarico c’è per quello che abbiamo fatto nel secondo tempo. Nel primo, discreto, siamo stati troppo lenti nella manovra, nella ripresa abbiamo cambiato marcia. C’è da recriminare per il risultato finale ma faccio un plauso a tutti i ragazzi per l’atteggiamento e la determinazione. Arrivavamo da uno stop e non era semplice mantenere la lucidità giusta”.

Gragnoli – “La scelta è dovuta alla quota ma è anche un premio al ragazzo e al lavoro dei portieri che sono un grande gruppo all’interno di un gruppo più grande. De Angelis sta bene, non ha giocato per scelta”.

Campionato – “E’ stata un’annata anomala, tre volte fermi per il Covid non abbiamo avuto continuità. Io sono stato via un mese e mezzo. I ragazzi sono sempre stati disponibili, normale che adesso arriva un punto in cui bisogna trovare velocemente le energie sia fisiche che mentali”.

Gioco dal basso – “Deve avere una finalità, cioè di verticalizzare ed essere concreti. Se si gioca dal basso senza superare le linee di passaggio diventa più difficile. È una cosa che mi piace fare, ma questo è un campionato diverso dagli altri, bisogna mettere tanta intensità, tanta determinazione. Oggi in buona parte della gara siamo riusciti a lavorare in quel modo”.

Futuro – Sono talmente concentrato a finire nel migliore dei modi la stagione che il mio primo pensiero è per questo gruppo. A fine campionato ci sarà possibilità di parlare con la proprietà e il direttore e ognuno farà le proprie scelte. Siena è una città che ti dà tanto, mi piace molto viverla, mi piace allenare questi ragazzi. Non abbiamo ancora avuto la possibilità di programmare la prossima stagione, ci sono tutti i presupposti per farlo in avanti”.

Montevarchi – “Battaglieremo da qui alla fine, voglio che la mia squadra abbia questa mentalità. È aperta al pubblico, speriamo che i tifosi possano venire numerosi per potergli regalare qualche gioia dopo una stagione non facile”. (Giuseppe Ingrosso-Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol