Gilardino: “Non si può finire in questo modo. Mi auguro che ci sia un confronto, poi valuteremo se andare avanti o se lasciarci”

Alberto Gilardino, tecnico del Siena, ha parlato al termine della sconfitta contro l’Aquila Montevarchi. Di seguito le sue parole:

Partita – “C’è rammarico, tanta incazzatura soprattutto. Abbiamo fatto un buonissimo primo tempo, fino al 60esimo mi sono piaciuti i ragazzi. Prendiamo sempre gol di me…, quanto troviamo squadre di gamba, che hanno lucidità nelle giocate e brave nei duelli individuali paghiamo sempre a caro prezzo. Il primo tempo però è stato fatto come piaceva a me”.

Gragnoli – “Ha fatto una partita importante, sul gol la colpa non è sua. Era una palla verticale che Ciccio forse non si aspettava. Sia sul primo che sul secondo che sul terzo gol abbiamo mostrato poca attenzione, i gol ce li siamo fatti noi”.

Calo fisico – “Quando si è spento Stefano è finita la partita, è l’unico che può saltare l’uomo e creare superiorità. È l’unico che può impensierire le squadre avversarie. Oggi i cambi non sono stati all’altezza, i giocatori che sono entrati hanno fatto la differenza in negativo”.

Terigi e Martina – “Mi auguro sia solo una contrattura. Martina spero abbia avuto solo crampi, lo valuteremo domani”.

Montevarchi – “Sono una squadra dinamica, fisica, esplosiva. E costruita nel modo migliore”.

Finale – “Dobbiamo finire dignitosamente, perché così non va bene. Sono il primo a dirlo, ci metto la faccia. Sta finendo come non vorremmo”.

Futuro – “Mi auguro che ci sia un confronto, valuteremo se andare avanti o se lasciarci. Come detto a Siena sto bene ma questa situazione mi logora, è stato un anno pesante in cui abbiamo vissuto tante situazioni di fragilità. Bisogna fare valutazioni attente per il futuro. Siena merita le persone migliori nell’ambito calcio, se ci sono questi presupposti ci sediamo al tavolo e parliamo. Se dovessi rimanere qui voglio vincere, bisogna capire che ambizioni abbiamo tutti. Perinetti? Se verrà a Siena lo farà per vincere”. (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol