Gilardino: “Il campionato lo vincerà chi avrà più pazienza. Domani avremo diverse assenze”

Consueta conferenza pre-partita per il tecnico del Siena Alberto Gilardino, che ha parlato alla stampa al termine della rifinitura mattutina. Di seguito le sue dichiarazioni:

Condizione mentale – “La settimana scorsa abbiamo fatto un lavoro completamente diverso. Di fronte avremo degli avversari che come noi non giocano da un mese ma che da 15 giorni si allenano. Mentalmente i ragazzi sono carichi, hanno voglia ed entusiasmo di tornare in campo”.

Condizione fisica – “Prima del Grassina avevamo raggiunto una situazione psicofisica del 70-80%. Questi dieci giorni ci hanno tolto qualcosa, lavorare in casa è diverso che stare in campo. Come ripeto sempre però, l’aspetto mentale deve comunque prevalere sull’aspetto fisico”.

Campionato – “Finché non ci sarà un protocollo adeguato è difficile spiegare questa situazione, quello che noi possiamo fare è pensare solo al campo e cercare di concentrarci sul lavoro quotidiano per migliorare ogni singolo giocatore. Io ho provato ad isolare i giocatori da tutto quello che ci circonda. Bisogna comunque pensare al campionato, pur sapendo che potremo rigiocare anche tra un mese”.

Protocollo tipo – “Tre positivi come soglia? L’importante è che decidano qualcosa. L’ideale sarebbe far giocare le partite rinviate in modo da allineare tutte le squadre allo stesso punto del campionato così da ripartire tutte allo stesso modo. Dovranno pensarci bene, anche come si potrà giocare ad anno nuovo. Probabilmente dovremo giocare per più settimane tre partite alla settimana. L’ho detto spesso ai ragazzi, chi avrà più pazienza, ovvero chi avrà la forza mentale per soffrire più a lungo, vincerà il campionato”.

Schieramento – “Giocheremo sicuramente con la difesa a quattro ma abbiamo lavorato anche su una disposizione tattica diversa. Dobbiamo regolarci sia in base a quelli che siamo sia a come poter fare male alla Flaminia”.

Indisponibili – “Oltre a Gabriel Nunes, non ci saranno Haruna, Martina, Sare e Gibilterra. Siamo un po’ in emergenza, ma sappiamo quale sia la forza del gruppo. Credo molto nei ragazzi, chiunque andrà in campo darà il massimo. Crocchianti? Ha avuto un risentimento muscolare, non credo sarà della partita”.

Agnello e Forte – “Domani al 99% giocheranno. Sono due giocatori che per raggiungere la condizione ideale devono giocare con continuità. Farò valutazioni attente, ma voglio che facciano la differenza”.

Flaminia – “È una squadra che si conosce da tanto. Giocano con un 4-3-3 ordinato, hanno giocatori di esperienza come Scardala, Gasperini e Sciamanna ma anche giovani interessanti tipo Sirbu. Vanno presi con le molle, dovremo stare attenti a livello tattico e fargli male al momento opportuno”.

Grassina – “Siamo contenti che si giochi sabato. Sia noi che loro eravamo d’accordo nel poter usufruire di una settimana di lavoro piena”. (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol