Gilardino: “Dovremo cavalcare l’onda di entusiasmo. 2002? Deciderò domani”

Il tecnico del Siena Alberto Gilardino ha parlato in vista del match di domani contro la Sangiovannese. Di seguito le sue parole:

Approccio – “Dovremo cavalcare l’onda di entusiasmo, dobbiamo lavorare con grande determinazione e sacrificio l’uno per l’altro e credere che in ogni momento della gara sia il momento giusto per ottenere un risultato positivo”.

Condizione – “I risultati positivi hanno dato energia, i ragazzi hanno tanta voglia di fare bene e di fare risultato positivo domani. Dovrò valutare alcuni giocatori e vedere se convocarli o meno per domani”.

2002 – “Sto facendo valutazioni, deciderò domani. La staffetta tra Ilari e Pavlak è una soluzione a cui ho pensato. Matej deve farsi trovare pronto: si è allenato bene in questi giorni, siamo rimasti anche più a lungo durante gli allenamenti cercando di fargli capire accuratamente la disposizione tattica. Sono tranquillo perché in campo ci andranno dei giocatori in grado di dargli una mano. E non è escluso che possa anche cambiare qualcosa nello schieramento, sono tutte riflessioni che sto facendo”.

Marcocci – “Fa parte del gruppo portieri, ed è cresciuto tantissimo anche lui. E’ normale che se in questo momento devo fare una scelta preferisco farla in un altro settore del campo, visto anche come sta Narduzzo in questo momento”.

Terigi – “Gli ho dato un turno di recupero mercoledì, ma sta bene ed è disponibile”.

Gibilterra – “Gli chiedo concretezza, questo è l’anno in cui ha giocato di più quindi deve acquisirla. E’ ciò che gli viene richiesto anche durante gli allenamenti”.

Sangiovannese – “Ha già ottenuto la salvezza, è una squadra brillante che ha tante quote. Ha fatto risultati importanti andando a vincere in campi difficili. Arrivano da 7 risultati utili consecutivi, hanno gamba e individualità”.

(Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol