Gilardino: “Domani la prima di 14 finali. Se giochiamo da squadra i risultati arriveranno”

Alberto Gilardino, tecnico del Siena, ha parlato in vista della sfida di domani contro la Flaminia. Di seguito le sue parole:

Momento – “Vincere due partite di seguito è sinonimo di forza e che questa squadra si è rimessa in carreggiata fisicamente ma soprattutto mentalmente. Domani sarà la prima di quattordici finali, per noi partita è una partita importante che ci consentirebbe di continuare il periodo positivo. Il risultato dipenderà dalla prestazione che riusciremo a mettere in campo. Se giochiamo da squadra, se facciamo la prestazione, i risultati verranno di conseguenza”.

Forze fresche – “In questi due giorni con i giocatori nuovi abbiamo cercato di mentalizzare tutto l’ambiente per prepararci al massimo per questa partita. I nuovi hanno portato una ventata di aria nuova ed entusiasmo. Il gruppo mi ha sempre dato segnali importanti, ma in nuovi hanno alzato il livello degli allenamenti e questo fa ben sperare per il futuro”.

Guberti – “E’ venuto con grande entusiasmo come tutti, la carriera parla da sé. Per noi rappresenta la ciliegina sulla torta, può spaccare in due le partite, ha qualità tecniche importanti, può fare la differenza in qualsiasi momento. Si è allenato con grande voglia, valuterò il suo impiego. Sicuramente è un esterno a piede invertito, a partita in corso può giocare anche come seconda punta a seconda della mutazione della gara”.

Guarino – “Anche lui è entrato in modo forte nel gruppo, e domani sarà della partita. Tutti i nuovi sono venuti con grandi stimoli, chi arriva deve avere quello spirito di volersi rimettere in discussione. La categoria la conosciamo tutti, ma se tutti hanno il gusto atteggiamento possono fare la differenza”.

Guidone – “Marco si è allenato gli ultimi due giorni dopo il problema alla schiena, anche lui lo valuterò dopo l’allenamento”.

De Falco – “Dalla scorsa settimana ha proseguito un percorso di allenamenti, è un giocatore di grande qualità. Può giocare sia in mezzo al campo che come mezzala. Adesso abbiamo più scelte, tranne in difesa siamo più ridotti viste le assenze”.

Martina e Gibilterra – “Le qualità le hanno, devono essere più concreti. E’ quello che gli chiedo tutti i giorni, la loro crescita passa dal lavoro in allenamento”.

De Angelis – “Ha avuto qualche problema ai piedi per qualche vescica, valuterò se potrà venire. A prescindere da questo, Roberto è un giocatore recuperato. E’ molto importante per noi perché è un 2001 e perché ha caratteristiche importanti. Mi auguro che questo sia solo un imprevisto”.

Scelte – “Tutti devono essere consapevoli che da ora in avanti dovrò fare scelte importanti. Cercherò di farle nel modo migliore, ma le farò sempre per il bene della squadra e per il bene del Siena. Abbiamo un gruppo di giocatori di qualità che adesso ci garantisce più competitività e di alzare il livello di attenzione. Cercherò di portare i giocatori al massimo della condizione sia fisica che mentale. Dobbiamo pensare al gruppo, tutti sono importanti ma nessuno indispensabile, e questo i ragazzi lo sanno”.

(Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol