GIAMPAOLO:UN PAREGGIO NON E’ LA FINE DEL MONDO

“In un campionato capita anche di incontrare squadre che ti aspettano compatte nella loro metà campo e tu devi trovare soluzioni per cercare di vincere. “ – ha dichiarato Marco Giampaolo –“ Quella di domenica è stata una gara diversa dalle altre, alla quale avevamo dato una buona interpretazione anche cercando di essere tranquilli e sereni per cercare il varco giusto, la giocata giusta e ci eravamo anche riusciti perché avevamo avuto la bravura di passare in vantaggio. Eravamo stati bravi a trovare il varco giusto magari fossimo rientrati negli spogliatoi prima della rete avversaria avremmo potuto fare una partita diversa.”
Il Siena ha uno dei peggiori attacchi della serie A
Il Siena ha un numero di reti che si equivale a quelle di altre squadre che stanno vicino a noi in classifica, una o due reti in meno dicono poco su 12 partite. E’ vero che dovremmo imparare a raccogliere di più in termini di punti perché rispetto a quello che produciamo abbiamo raccolto meno, ciò ci deve spronare a produrre gioco e a trovare la determinazione e la cattiveria giusta per buttarla dentro qualche volta in più. Io ho grande fiducia nei nostri attaccanti. Domenica lo scontro diretto contro il Chievo, e in settimana mancheranno diversi nazionali
La squadra la valuteremo di giorno in giorno, cercheremo di recuperare tutti i giocatori, non penso che ci saranno problemi per Portanova, Codrea, Del Prete e Brandao, aspetteremo i nazionali. Sono sicuro che la prepareremo al meglio e che faremo bene.
C’è un po’ di nervosismo nella squadra?
Assolutamente no, siamo sereni. Il nostro obiettivo non è cambiato rispetto a quello che era alla vigilia di questo campionato. La squadra ha fatto delle ottime partite e si è fatta ben volere, una partita pareggiata con il Bologna non è la fine del mondo. Mi fa piacere che la gente si sia abituata ad avere il palato fine.
Fonte: acsiena