GIAMPAOLO: DA MARTEDI’ PENSEREMO ALLA JUVE

E’ tornato a parlare ai giornalisti Marco Giampaolo dopo la sosta natalizia. L’occasione è l’amichevole terminata con una sconfitta sul campo del Poggibonsi. Giampaolo però si è soffermato su altri aspetti, soprattutto perché la gara non ha avuto molto da dire.
Mister, come ha lavorato la squadra?
Abbiamo diverso carico di lavoro sulle gambe, ma è giusto che sia così. Abbiamo lavorato tanto e bene e da martedì riprenderemo il nostro ciclo settimanale.
Quali indicazioni ha ricevuto dall’amichevole?
Dal punto di vista tecnico nessuna, è stata una partita di lotta libera. Abbiamo messo ulteriori carichi di lavoro individuale, ma è servita per mettere minuti nelle gambe e riprendere l’aria del campionato.
Quali sono le condizioni di Ficagna?
Ficagna è ancora molto lontano dal Ficagna che conosco, adesso deve riprendere sicurezza, condizione, convinzione, cattiveria nel tackle. Deve essere ancora un po’ controllato, ma è lontano dalla condizione ideale. Purtroppo abbiamo perso diversi difensori nel tempo e per una squadra come il Siena questo è penalizzante.
Come commenta la squalifica di Curci? C’è speranza di avere una sanzione ridotta?
Per aver subito questa squalifica il giocatore ha detto qualcosa di sbagliato, credo che avrebbe potuto manifestare le sue ragioni in altro modo. Però le motivazioni sono state talmente palesi che si può anche capire lo sfogo del calciatore: Curci è uno corretto sempre nella squadra, ha un certa immagine e una certa personalità. Non condivido in toto la squalifica, spero che venga almeno ridotta.
Come sta Kharja?
Kharja aveva un affaticamento e ho preferito non rischiarlo, da martedì sarà con noi.
Ha chiesto tre giocatori, cosa si aspetta dal mercato?
Ho chiesto è una parola grossa, come allenatore ritengo che la squadra abbia bisogno di un innesto per reparto, per nuove motivazioni e per aumentare il livello prestazioni. Noi dobbiamo essere fuori da ogni sospetto ed essere sempre competitivi. Dobbiamo definire meglio la rosa, abbiamo tanti giocatori, però hanno giocato prevalentemente sempre gli stessi. Alla luce dell’infortunio di Rossettini e delle ambizioni che i giocatori hanno, credo si debba trovare la sintesi giusta per trovare i giocatori adatti. Come si prepara la partita con la Juve?
Da martedì inizieremo a lavorare su questa partita, lavorando sulle cose che ci riguardano come abbiamo sempre fatto fino ad oggi. Il lavoro dal 27 ad oggi è stato di carattere tecnico con finalità fisiche, dobbiamo ora lavorare sugli aspetti, oltre a recuperare Zuniga e Barusso che sono ancora in vacanza. Da martedì cominceremo a lavorare sugli aspetti specifici.
Fonte: sienanews.it