Giacomazzi ordina: “Serve una partita attenta: voglio un pubblico caloroso”

"Quella con il Siena sarà per il Lecce una gara importantissima, ma non decisiva": capitan Guillermo Giacomazzi presenta così lo scontro salvezza in cui sarà impegnato il Lecce domenica alle 12,30 al "Via del Mare". Il centrocampista uruguaiano -diciassette presenze e tre gol nel campionato in corso- spera anche in una risposta positiva della tifoseria giallorossa: "Abbiamo bisogno di un pubblico caloroso che ci faccia sentire la propria presenza".

GARA IMPORTANTE "Dire che quella con il Siena sia per noi una gara decisiva forse è troppo perché mancano ancora quindici partite alla fine del campionato, ma un risultato negativo alla fine sarebbe difficile da recuperare nel nostro percorso salvezza perché poi sarebbe un distacco più ampio dalla quart'ultima in classifica. Un risultato positivo sarebbe importante per la classifica e per il morale, quindi dobbiamo cercare di disputare unapartita attenta e intelligente; stare attenti alle loro ripartenze e a non scoprirci troppo".

CAMPIONATO "IMPREVEDIBILE""In questo campionato tutto è possibile e basta vedere la vittoria del Novara sull'Inter per capire che tutto può succedere. Dobbiamo solo stare attenti a commettere meno errori possibili perché altrimenti rischiamo di pagare cara ogni piccola sbavatura. A Udine abbiamo perso una partita solo per due nostri errori e delle situazioni del genere dobbiamo assolutamente evitarle".

OCCHIO A BRIENZA E COMPANY"Il Siena è una squadra tosta da affrontare che si difende molto bene e riparte altrettanto bene. Brienza ha delle grandissime qualità e diventa pericoloso perché si muove in maniera imprevedibile. Dobbiamo stare attenti anche a Vergassola, così come a tutta la squadra. Nell'ultimo periodo noi siamo migliorati molto anche a livello difensivo è questo è importante per il futuro. La salvezza? Ora pensiamo al Siena, ma dobbiamo vincere sette partite per salvarci e cercare di raggiungere quota quaranta punti".

IL CALORE DEI TIFOSI"Domenica giochiamo in casa e visto che si cendiamo in campo all'ora di pranzo e ci sarà anche meno freddo spero che i nostri tifosi ci facciamo sentire il loro calore. Non è importante che siano numerosi, ma è necessario che sianocalorosi perchénoi abbiamo bisogno del loro sostegno e incoraggiamento vista l'importanza della gara".

Fonte: Salentosport