Gentile può tornare titolare

Comincia a salire la temperatura del derby: domani sarà nuova sfida di campionato fra Arezzo e Siena, una gara che ha sempre un sapore particolare. Ad Arezzo la colonnina di mercurio, dal punto di vista del tifo, è in ebollizione. Lo stadio sarà caldissimo, la Robur Siena dovrà farsi trovare pronta anche da quel punto di vista.

Qui Siena Verso la conferma del 3-5-2. Giovanni Colella ha lavorato sugli aspetti che non sono piaciuti domenica scorsa e nella trasferta di Pontedera: serve maggiore amalgama, oliare i meccanismi di una squadra nata in ritardo e con una condizione fisica da attinare. In ogni caso probabile la conferma dell'undici visto domenica con la Giana Erminio. Moschin andrà dunque in porta, quindi D'Ambrosio e lapichino saranno sulle fasce. In mezzo Gentile dovrebbe tornare in cabina di regia con Guerri e Castiglia. Mendicino e Marotta guideranno l'attacco, mentre Stankevicius sarà al centro della retroguardia, formata poi da Ghinassi e Panariello. Grillo potrebbe essere un'opzione da sfruttare a gara iniziata, anche a seconda dell'andamento della sfida.

Qui Arezzo Possibile che l'Arezzo decida di mandare in campo l'ex Grossi dietro alle due punte Moscardelli e Yamga. Più 4-3-1-2, dunque, di un 4-4-2 "puro", che però gli aretini sanno anche variare in un 4-2-3-1. In ogni caso Grossi è sempre al centro del progetto tattico e su quella fonte di gioco Colella potrebbe studiare qualcosa. Stefano Sottili sta studiando, dal canto suo, alcune "alchimie" tattiche, anche se alla fine l'undici di partenza potrebbe non discostarsi troppo dalla formazione vista con la Carrarese: Benassi in porta, quindi difesa a quattro con Luciani, Sirri, Milesi, Masciangelo; Foglia, Corradi, Arcidiacono e poi i tre di cui sopra. Oggi la rifinitura sarà svolta sul manto erboso del Comunale a porte chiuse. Ultimo allenamento prima del derby contro il Siena degli ex Panariello, Mendicino e dell'aretino Guerri. (Alessandro Lorenzini)

Fonte: Corriere di Siena