Gazzetta: Ultimo giro: Feddal II Bologna è fuori Pioli: «Così non va»

MARCATORI Valiani (S) al 33’, Moscardelli (B) al 40’ s.t.; Feddal (S) al 17’ s.t.s. 
BOLOGNA (3-4-1-2) 
Stojanovic 6; Sorensen 5, Radakovic 6 (dal 36’ s.t. Alibec 6), Mantovani 6 (dal 15’ s.t. Ferrari 6); Crespo 6, Pazienza 5,5, Della Rocca 5, Cech 5,5; Christodoulopoulos 5 (dal 23’ s.t. Yaisien 5,5); Acquafresca 5, Moscardelli 6. 
PANCHINA Agliardi, Malagoli, Morleo, Masina, Garics, Maini, Laxalt, Krhin, Gimenez. ALLENATORE Pioli 5. 
SIENA (3-5-2) 
Farelli 6; Matheu 5,5, Dellafiore 7, Crescenzi 6; Mannini 5,5 (dal 41’ s.t. Feddal 6,5), Valiani 7, Schiavone 6, Spinazzola 7, Milos 6; Paolucci 6 (dal 1’ s.t. Rosseti 6), Scapuzzi 5,5 (dal 21’ s.t. Pulzetti 6,5). 
PANCHINA Lamanna, Conti, Angelo, Bonifazi, Giacomazzi, Vergassola, Rosina, Monni. ALLENATORE Beretta 6,5. 
ARBITRO Chiffi di Padova 6. 
GUARDALINEE Crispo 6 Bagnoli 6. 
ESPULSI nessuno. 
AMMONITI Matheu (S), Yaisien (B), Feddal (S) per gioco scorretto. 
NOTE paganti 1.418, incasso 10.796 euro. Tiri in porta 3-6 (con un palo). Tiri fuori 11-2. In fuorigioco 1-1. Angoli 6-7. Recuperi: p.t. 0’; s.t. 3’. 

A 20" dai calci di rigore, dentro i 2' di extra recupero che il semidebuttante Chiffi concede sulla coda dei supplementari, Feddal s'incunea nell'area bolognese e in tuffo di testa batte Stojanovic regalando al Siena il passaggio del turno. Il colpo esterno su un campo di Serie A non è solo merito della fortuna, il successo degli ospiti arriva in extremis ma avrebbe potuto concretizzarsi nei tempi regolamentari e anche nell'overtime perché alla voce occasioni, leggi un salvataggio sulla linea e un palo, la squadra toscana produce molto più dello sterile Bologna. Il classico gol dell'ex, ovvero l'inesauribile Valiani, frutta il primo vantaggio senese e nell'epilogo il sigillo di Feddal consente al Siena di chiudere alla grande la campagna in Emilia dove nel giro di 10 giorni ha vinto a Carpi, pareggiato a Modena e vinto in un Dall'ara deserto

Bolognino In vista della Juve, volendo risparmiare i suoi big per la sfida ai campioni, Pioli vara un robusto turnover ma deve amaramente constatare che il suo Bologna-2 oggi è un Bolognino, cioè una squadra che potrebbe remare a metà classifica in Serie B. Infatti il Siena, anch'esso largamente rimaneggiato con sette titolari in panchina, non fatica a reggere l'urto (si fa per dire) dei padroni di casa tra i quali si rivede dopo oltre un anno Acquafresca. Nel primo tempo si contano solo tre azioni di rilievo: una conclusione in diagonale di Paolucci bloccata da Stojanovic, una girata a lato di Acquafresca e un fendente dal limite di Mantovani respinto in angolo da Farelli. Per il resto molta confusione e tanti errori con Christodoupolous che prova a fare il Diamanti ma l'imitazione non gli riesce bene.

Amichevole Nella ripresa escono i gol. Spinazzola centra per Rosseti che fa da sponda per l'accorrente Valiani il cui destro dai 22 metri non lascia scampo a Stojanovic. Prima del 90' il Bologna pareggia con Moscardelli, messo in porta da un assist del neoentrato Alibec. Lo stesso Alibec nel primo supplementare si vede annullare il 2-1 per fuorigioco e quando i rigori sembrano inevitabili Feddal incorna un assist di Spinazzola spingendo il Siena nell'ottavo di finale contro il Catania mentre per il Bologna è il peggiore viatico verso la Juve: «Sono molto deluso e arrabbiato – è il commento finale di Pioli -. Mi aspettavo più determinazione, abbiamo giochicchiato come fosse un'amichevole. I miei giocatori devono sapere che così non va».

Fonte: La Gazzetta dello Sport