Gazzetta: Lo show di Rosina fa felice il Siena Il Novara si inchina

Quando hai un giocatore come Alessandro Rosina che veste i panni del «Rosinaldo» visto ai tempi del Torino, diventa tutto più facile. Al Siena basta una giocata del numero 20 a metà primo tempo per piegare il Novara e accorciare dalla zona playoff. Senza penalizzazione per le inadempienze amministrative i bianconeri sarebbero terzi. I piemontesi ci hanno provato, soprattutto nella ripresa, ma come sottolineato dall'allenatore Calori a fine gara sono stati «poco cinici e poco continui».

II gol La squadra di Beretta è partita forte, con un paio di buone occasioni con Spinazzola, mentre il Novara è apparso frastornato. Al 25' il capolavoro di Rosina, che ha così festeggiato il trentesimo compleanno (due giorni fa) : ha preso palla sulla trequarti, saltato in slalom mezzo Novara e, appena entrato in area, ha freddato Kosicky con un piatto destro (peraltro non il suo piede) all'angolino. Gli ospiti hanno provato a reagire, il Siena ha retto bene chiudendosi e innescando il contropiede con un Rosina ispiratissimo.

L'infortunio Nella ripresa è stato il Novara a tenere in mano il pallino sfiorando il pari all'8' quando, su respinta di Farelli, Lazzari non ha centrato la porta. A metà tempo l'infortunio di Plasmati, che si è fatto male da solo dopo nemmeno 1' dalla sua entrata: per lui sospetta lesione al ginocchio sinistro. Beretta, che dopo il mercato aspetta Fabbrini ma ha solo Rosseti come prima punta, gli ha dedicato la vittoria: «Lo abbiamo visto piangere negli spogliatoi, purtroppo le sensazioni non sono buone». Il Novara ci ha provato fino in fondo, ma il Siena ha avuto altre occasioni con Pulzetti e Rosina. (Alessandro Lorenzini)

SIENA (3-4-3): Farelli 6; Matheu 6, Dellafiore 6,5, Belmonte 6 (dal 30' s.t. Giacomazzi 6); Angelo 6, Valiani 7, Pulzetti 6, Feddal 6; Rosina 7,5, Rosseti 6 (dall'11 s.t. Plasmati s.v.; dal 15' s.t. Scapuzzi 6), Spinazzola 6. PANCHINA Bucuroiu, Morero, Milos, Pamic, Vergassola, Schiavone. ALLENATORE Beretta 6,5.

NOVARA (4-3-3): Kosicky 6,5; Crescenzi 5, Perticone 6, Vicari 6, Lambrughi 5,5; Buzzegoli 5 (dal40's.t. Marianini s.v.), Rigoni 6, Faragò 6; Gonzalez 5 (dal 26' s.t. Lepiller 6), Sansovini 6, Lazzari 5 (dal17's.t. Manconi 6). PANCHINA Tomasig, Potouridis, Parravicini, Radakovic, Genevier. ALLENATORE Calori 5,5.

ARBITRO Pasqua di Tivoli 6. GUARDALINEE Melloni 6-Santoro 6.
AMMONITI Spinazzola (S), Pulzetti (S), Faragò (N) e Lambrughi (N) per gioco scorretto.
SPETTATORI: paganti 521, incasso di 2.907 euro; abbonati 5.032, quota di 27.628 euro.
NOTE : Tiri in porta 8-5. Tiri fuori 2-7. In fuorigioco 2-1. Angoli 3-4. Recuperi: p.t.1, s.t. 5.

Fonte: La Gazzetta dello Sport